Civitavecchia Porto – I sindacati disertano la riunione con Di Majo: “Convocazione illegittima”

L’incontro al “roof garden” era stato organizzato per promuovere la Satta & Co.

CIVITAVECCHIA – Doveva essere uno degli ultimi atti del presidente di Molo Vespucci Di Majo, quello di far avanzare di livello i suoi fedelissimi, ma gli è andata male.

I sindacati hanno scritto una lettera, protocollata venti minuti prima della riunione, dove spiegavano perché non si sarebbero presentati.

 

Nuovo documento 2020-11-16 13.31.

 

Il presidente, in poche parole, avrebbe convocato le persone sbagliate.

Ennesima figuraccia di certo non l’ultima. Lo smacco più grande lo riceverà quando non sarà riconfermato al suo posto e in nessun’altra delle 13 autorità di sistema portuale in scadenza in questi giorni.

Nonostante gli avessero spiegato che era meglio “uscire” in silenzio ha voluto ripresentare domanda. Una mancata riconferma equivale ad una bocciatura senza appello per un  ambizioso come lui.

Vani sono stati i tentativi fatti da “lui” per ottenere un secondo mandato. Lo hanno scaricato tutti a cominciare dal Partito Democratico che quattro anni fa, aveva riposto in lui molte speranze.

Non importa chi sarà nominato al suo posto dicono gli addetti ai lavori. L’importante è che si possa ricominciare a ricostruire qualcosa dalle macerie che ha prodotto in soli quattro anni questo presidente.

Da questa mattina è chiuso nel suo ufficio con il segretario facente funzioni Soriani e il suo braccio sinistro Pavone. C’è tensione (dicono), lui è piuttosto nervoso perché è consapevole del fatto che tutti lo hanno mollato politicamente. Vorrà dire che questo inverno avrà più tempo per sciare sulle Alpi austriache.

Civitavecchia Porto – Di Majo con le valige in mano organizza il comitato di gestione a Gaeta per promuovere i suoi “lacché”

 

 

One Reply to “Civitavecchia Porto – I sindacati disertano la riunione con Di Majo: “Convocazione illegittima””

  1. Mah io sono curioso di vedere se il PD romano/laziale abbia veramente deciso di cambiare atteggiamento ( vedi saggia intervista di Bettini sul corsera) o stiamo sempre so soliti noti sostenitori di interessi frutta e verdura , oppure situazioni di bilancio tipo Marco Polo va’ Cina . Forse e’ arrivato il tempo in cui Bettini deve battere un pugno sul tavolo e guardare i CV. Insomma quello che i 5 stelle dai erano ripromessi di fare ma ache almeno nel Lazio non riescono a fare e infatti pagano pegno. Forza Goffredo non farti mettere sotto scacco Civitavecchia e’ una roba seria e lo potrebbe essere molto di più’ considerando che le navi di crociera per lungo lungo tempo non saranno più il core business , magari ci facciamo arrivare i vaccini che devono viaggiare a – 80 ( la vedo dura in aereo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *