Regione Lazio – Caso mascherine, la Ex-Or Sa prende le distanze dall’avvocato Cavallaro “Non ha alcun mandato sul caso”

Dopo l’intervista nella trasmissione “Fuori dal coro” su Rete 4 la Eco. Tech. Srl è passata al contrattacco: “Oltre ai danni rivogliamo subito 3milioni e 500mila euro dalla società svizzera”

ROMA – Si apre un nuovo capitolo  sulla vicenda “mascherine fantasma” acquistate dalla Protezione Civile della Regione Lazio.

Tutto nasce da un’intervista rilasciata dall’avvocato romano, Giuseppe Cavallaro, in un servizio andato in onda martedì scorso, durante la trasmissione di Mario Giordano “Fuori dal coro”.

In quella circostanza, l’inviato di Giordano, Alessandro Filippelli, poneva delle domande all’avvocato che si era presentato come legale della società di Lugano, Ex-Or Sa.

Una serie di accuse molto pesanti che, dopo oltre un anno di silenzio sulla vicenda, hanno scatenato la reazione della Eco. Tech. Srl di Sergio Mondin e del suo avvocato, Giorgio Quadri (nella foto).

Si avvicina sempre di più il momento di fare chiarezza e le manie di protagonismo dell’avvocato Cavallaro hanno prodotto questa significativa azione della Eco. Tech. Srl:

Spett.le eXor S.A.,

in nome e per conto della ECOTECH Srl, a seguito della trasmissione televisiva “Fuori dal Coro” andata in onda nella prima serata del 30 marzo u.s. su Rete 4, si comunica quanto segue.

Nella citata trasmissione è stato mandato in onda un servizio inerente le note vicende relative alla fornitura che la Regione Lazio richiese alla ECOTECH Srl nel marzo e aprile dello scorso anno.

Al di là della ricostruzione giornalistica, nel citato servizio è apparso – per ben due volte – il Vs. legale avv. Giuseppe Cavallaro, che in Vs. nome e conto ha rilasciato dichiarazioni legate alla onorabilità e professionalità della società mia assistita, ricostruendo artatamente alcune situazioni contrattuali, allo stesso non certo note nei dettegli, all’evidente unico fine di porre la ECOTECH in una posizione deteriore rispetto a quella della eXor S.A..

Di conseguenza la ECOTECH Srl, con la presente,

DIFFIDA

la eXor S.A., il proprio rappresentante legale e qualsiasi altro procuratore della stessa, ad astenersi da qualsivoglia considerazione, affermazione, intervista a mezzo stampa, Web o televisione, aventi ad oggetto e concernenti la ECOTECH Srl, anche e soprattutto alla luce del credito da quest’ultima ancor oggi vantato nei confronti della eXor S.A. per € 3.530.000,00, nonché della delicatissima situazione legata alle indagini ancora in corso presso la Procura della Repubblica di Roma.

Per i sopra richiamati gravissimi interventi televisivi, palesemente lesivi della reputazione della mia cliente, si provvederà ad agire senza indugio nei confronti della eXor S.A. presso le competenti A.G., con riserva di ulteriore richiesta di ogni danno subito.

Avv. Giorgio Quadri

Emerge quindi quello da noi sempre sostenuto e cioè che al momento della sottoscrizione del contratto con la Eco. Tech. Srl di Mondin, Paolo Balossi e la sua Ex-Or Sa non erano in grado di fornire alcunché. Anzi, sono debitori nei confronti della società romana di una considerevole cifra che deve essere ancora restituita alla Regione Lazio e oggetto di contenzioso.

La risposta di Ex-Or Sa non si è lasciata attendere ma la toppa sembra esser stata peggio del buco:

Buongiorno,

Ho appreso con estremo stupore dell’accaduto, in quanto noi siamo totalmente estranei alla vicenda né tantomeno l’avvocato Cavallaro ha alcun mandato da parte di exor a rappresentarla nella vicenda in oggetto. Conosce perfettamente quali sono i legali con cui abbiamo collaborato fattivamente e il Cavallaro si è solo presentato nel regolare i rapporti con il broker che a suo tempo formulo l’offerta per conto di Exor alla regione Lazio, nuovamente accostato a noi in una vicenda totalmente inventata dalla stampa sui vaccini covid.

Abbiamo già inviato prima della sua diffida una comunicazione all’avvocato Cavallaro, in cui il signor Mondin è stato messo in copia per dovuta trasparenza e correttezza. Ribadisco e confermo il nostro totale allineamento con la linea sottoscritta con Ecotech, per la quale sarebbe stupido, imprudente e insensato rilasciare dichiarazioni del genere. confido che la semplice identificazione dei nostri tempi di reazione e la richiesta palese di rimuovere ogni contatto e collegamento tra l’avvocato Cavallaro e la nostra Società siano sufficienti a
provare quanto sopra descritto.

Contate pienamente nella nostra collaborazione affinché una vicenda del genere abbia fine immediatamente.

Con i miei migliori saluti.

Ex-Or Sa

La vicenda legata alle mascherine fantasma va sicuramente riscritta, almeno la prima parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *