Civitavecchia – Fratelli d’Italia 〈che non ci sente〉 da lezioni di latino al presidente Di Maio: “USQUE TANDEM DI MAJO ABUTERE PATIENTIA NOSTRA?”

Il presidente di Molo Vespucci organizza, senza alcuna vergogna, un convegno a Molo Vespucci per il “suo” Partito Democratico

CIVITAVECCHIA – Riceviamo e pubblichiamo: Si avvicina una nuova campagna elettorale per le elezioni europee e nella nostra Civitavecchia si voterà anche per il rinnovo dell’Amministrazione Comunale ed il Presidente dell’AdSP Di Majo, puntualmente, torna in campo con la maglia del suo Partito, il Pd, questa volta organizzando direttamente una manifestazione del Partito all’interno della sede dell’Autorità Portuale, in cui egli stesso, lunedì prossimo, sarà relatore, in un tripudio di bandiere e manifesti del Partito Democratico…!!!

A ciò si aggiungono anche notizie preoccupanti su iniziative sul personale dipendente, con una riorganizzazione della struttura organizzativa dell’Ente che ha il sapore della più becera lottizzazione politica.

Per non parlare delle vertenze gravissime che stanno caratterizzando, in questi mesi, la sua disastrosa gestione di Molo Vespucci: l’ultimo atto è l’aggiornamento del Piano regolatore portuale per la banchina 24, quando un analogo provvedimento non solo non è stato fatto, ma è stato dichiarato inammissibile dallo stesso Di Majo per altre banchine, interessate oggi da attività economiche floride e con enormi potenzialità di crescita come la movimentazione dei container della frutta da parte della Cfft, che ha investito e creato posti di lavoro ma che, a causa di una assurda ordinanza che entrerà in vigore ad ottobre, rischia di veder distruggere gran parte di quanto costruito, con conseguente perdita per il nostro scalo portuale dei traffici della frutta di colossi del calibro di Dole, Orsero, Chiquita e molti altri, con inevitabile perdita di posti di lavoro per il nostro già martoriato territorio.

E come non ricordare la vicenda della Pas, la società che gestisce la sicurezza in ambito portuale, in profonda crisi, con le recenti dimissioni di autorevoli amministratori e dirigenti?!?

Un Presidente politicizzato, che ha dimostrato incompetenza e faziosità nella gestione di un ente così importante (parliamo del Porto di Roma…!), al servizio non già di interessi generali ma di una determinata fazione, non può continuare ad agire indisturbato, nell’indifferenza del governo e, in particolare, del ministro dei Trasporti.

Fratelli d’Italia da molti mesi ha denunciato all’opinione pubblica ed alle istituzioni preposte al controllo la necessità di intervenire su Molo Vespucci, commissariando l’ente, facendosi anche portavoce, in questa fondamentale battaglia in difesa del nostro Porto, delle preoccupazioni e delle giustificate grida di allarme di tanti operatori economici ridotti sul lastrico o duramente colpiti da questa pessima gestione.

Recentemente anche l’on. Fabio Rampelli, autorevole esponente di Fratelli d’Italia e Vicepresidente della Camera dei Deputati, preso atto di quanto sta accadendo nel nostro scalo portuale su sollecitazione del nostro circolo, ha depositato una interrogazione parlamentare con la quale ha giustamente chiamato in causa il ministro dei Trasporti Toninelli.

Da ultimo perfino l’Amministrazione Comunale di Civitavecchia si è accorta della situazione, stigmatizzando finalmente l’operato dell’avv. Di Majo, aderendo alla richiesta di un consiglio comunale , già avanzato dal consigliere di opposizione Massimiliano Grasso, per far rendere al Presidente Di Majo il conto della sua pessima gestione innanzi alla massima assise cittadina.

Riteniamo che la misura sia colma: se il Ministro ed il Governo non  darà tempestivamente seguito all’interrogazione parlamentare dell’on. Rampelli ed alle numerose denunce e segnalazioni sulla pessima gestione di Molo Vespucci del Presidente Di Majo, provenienti da Fratelli d’Italia e da tanti operatori economici ed addetti ai lavori, qualora il Ministro Toninelli non provvederà con urgenza a commissariare Molo Vespucci, vorrà dire che anche il Ministro Toninelli e l’attuale governo giallo-verde diventeranno complici di quanto sta avvenendo nella nostra Autorità di Sistema Portuale.

IL Direttivo del Circolo territoriale “Giorgio Almirante” di Fratelli d’Italia di Civitavecchia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *