Coronavirus – Dipendenti del Dipartimento Protezione Civile positivi al virus. Lamorgese vieta il trasferimento da un Comune all’altro

Dopo la clamorosa conferenza stampa di ieri sera di Conte, firmato nel tardo pomeriggio di oggi, entrano in scena Lamorgese e Speranza. Pubblicato il decreto che vieta di lasciare il Comune in cui ci si trova (LEGGI)

ROMA – “Alcuni dipendenti del Dipartimento della Protezione Civile sono risultati positivi al Coronavirus. Ne ha dato notizia il Capo del Dipartimento Angelo Borrelli informando tutto il personale in servizio”.

Lo riferisce una nota. “Immediatamente dopo aver ricevuto la notizia del primo caso positivo, il Dipartimento ha predisposto controlli sul personale considerato tra i contatti stretti del dipendente positivo. Da questo screening risultano, purtroppo, altri undici persone positive. Il Capo del Dipartimento è risultato negativo al tampone.

Sono state avviate tutte le procedure di tutela previste e sono state effettuate le attività di sanificazione degli ambienti di lavoro.

Per tutelare tutti coloro che lavorano nelle due sedi del Dipartimento a Roma sono state intraprese ulteriori disposizioni per lo svolgimento delle indispensabili attività lavorative in modalità smart working e per limitare il più possibile la presenza del personale nelle sedi di Via Vitorchiano e Via Ulpiano”.

Inoltre, “le riunioni del Comitato Operativo proseguiranno quotidianamente attraverso il collegamento in videoconferenza. Le misure intraprese, orientate alla tutela di tutto il personale, assicureranno comunque la consueta operatività di tutto il Dipartimento della Protezione Civile. È utile precisare che nessuna delle persone risultate positive ha mai preso parte alle conferenze stampa quotidiane di Borrelli.

Nella giornata di domani verranno definite nuove modalità di accesso alla sala stampa del Dipartimento. Nella sua comunicazione al personale il Capo Dipartimento ha ringraziato tutti i dipendenti per lo straordinario impegno profuso per il superamento dell’emergenza e per l’attività prestata a beneficio della collettivita”.

Dopo la sceneggiata di ieri sera dove Conte annunciava una ulteriore stretta e chiusura delle attività non rilevanti e pubblicata nel tardo pomeriggio di oggi, ecco entrare in campo altri due dilettanti allo sbaraglio. La ministra Lamorgese e il ministro Speranza. Andando contro a tutte le ordinanze sindacali fatte da presidenti di regione e sindaci loro hanno deciso di vietare il trasferimento delle persone da un Comune all’altro.

Infatti, da oggi è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Lo stabilisce l’ordinanza adottata congiuntamente dal ministro della Salute e dal ministro dell’Interno che rimarràè efficace fino all’entrata in vigore di un nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri, di cui all’articolo 3 del decreto legge numero 6/2020.

 

decreto spostamenti vietat

 

dpcm 22 marzo 2020.pdf.pdf.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *