M5S di Foligno contro sindaco e opposizione compiacente: “I cittadini non pagheranno se fallirà la trattativa sull’ex zuccherificio”

“Coop Centro Italia” pronta a chiedere 18 milioni di euro di risarcimento al Comune di Foligno. I pentastellati accusano gli esponenti del centrodestra locale di soccorrere la giunta di sinistra guidata da Nando Mismetti

Quando si parla della trattativa fra Coop Centro Italia e i Magazzini Gabrielli che ha per oggetto l’ex zuccherificio di Foligno si possono leggere sulle testate giornalistiche frasi come questa: «Se l’iniziativa della trattiva dovesse fallire…ci sarebbero conseguenze terribili per la cittadinanza».

La politica non è da meno.

Un esponente del Nuovo Centrodestra locale ha profetizzato un futuro apocalittico nel caso non si trovasse un accordo: «Il fallimento dell’iniziativa avrebbe ricadute terribili per la cittadinanza».

Il motivo di questa ondata di panico è la richiesta al comune di Foligno, da parte di Coop Centro Italia, di un risarcimento danni pari a circa 18 milioni di euro.

Il Movimento 5 Stelle intende battersi affinché i cittadini di Foligno non debbano essere chiamati a risarcire chicchessia in qualsivoglia forma.

I responsabili di questo caos non sono le persone comuni ma una classe politica che fino ad oggi non è riuscita a risolvere alcunché. Il sindaco Mismetti ha rivestito l’incarico di assessore all’urbanistica, vicesindaco, e dal giugno 2009 è il primo cittadino di Foligno. È intollerabile che in tutti questi anni non sia riuscito a trovare una soluzione.

La nostra intenzione non è starcene a guardare ma tutelare i soggetti più deboli dimenticati da chi da anni governa la città.

“Movimento 5 Stelle” Foligno

 ARTICOLI CORRELATI

Foligno, Coop chiede 18 milioni di risarcimento al Comune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *