Tentato suicidio a Civitavecchia: 45enne salvato in via Piave

Non mi hanno pagato il lavoro, datemi un accendino che mi devo dare fuoco“. Questa la frase che un 45enne romeno ha rivolto ai vigili del fuoco intervenuti nel primo pomeriggio (13:45) di ieri in via Piave a Civitavecchia in seguito alla segnalazione di un tentativo di suicidio. Arrivati sul posto i pompieri del Comune portuale hanno trovato l’uomo che aveva tentato di darsi fuoco.

“DATEMI UN ACCENDINO” – In particolare quando i vigili del fuoco di Civitavecchia sono giunti in via Piave, l’uomo aveva la camicia leggermente bruciata ma non presentava ustioni e non vi erano tracce di acceleranti (benzine e/o simili) tanto che lo stesso ha poi chiesto ai pompieri un accendino.

OPERA DI PREVENZNIONE – I soccorritori, ovviamente, non hanno soddisfatto la richiesta, hanno fatto opera di prevenzione (con estintori) ed hanno cercato di capire e mediare con l’uomo. Lo stesso sosteneva di non essere stato regolarmente retribuito da una ditta edile presso la quale lavorava e per questo era deciso ad incendiarsi. Nel frattempo sono giunti sul posto anche gli agenti di polizia del Commissariato di Civitavecchia e l’ambulanza del 118.

ACCERTAMENTI IN OSPEDALE – Salvato, l’uomo è comunque stato trasportato all’ospedale Civico di Civitavecchia per accertamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *