APPIA RUN ROMA – Vittoria per El Mounim e Veronica Inglese. Nella sfida tra i biancorossi esultano Paggi e Letizia Pancotto

Ancora un grande successo per la Roma Appia Run, la prestigiosa corsa podistica che si snoda sulla strada più antica del mondo. Giunta alla XVIII edizione e diventata quindi maggiorenne, la celebre gara ideata da Roberto De Benedittis ed organizzata dall’ACSI Nazionale con il supporto tecnico dell’ACSI Italia Atletica e dell’ACSI Campidoglio Palatino, con il patrocinio di Roma Capitale, della Regione Lazio, sotto l’egida della Fidal e Coni ha preso il via domenica mattina alle 9.30 in punto dal viale delle Terme di Caracalla, dove oltre 5000 atleti si sono dati appuntamento per correre in uno degli scenari più suggestivi della Capitale. Da via di Porta Ardeatina, fino alla stadio delle Terme di Caracalla – intitolato a Nando Martellini – passando per via Appia Antica, Cecilia Metella, via Appia Pignatelli, via della Caffarella, via C. Colombo, via Marco Polo, via Odoardo Beccari, largo Giovanni Chiarini, via Guerrieri, viale Giotto e largo Vittime del terrorismo. LA CORSA- Alla fine di una gara velocissima ha trionfato EL MOUNIM MOHAMMED che ha percorso i 13 km in 38′ 55 abbassando di quasi un minuto il tempo finale della scorsa edizione. Secondo gradino del podio invece per il marocchino DOUIRMI SAID che ha tagliato la linea d’arrivo con il tempo finale di 39’11” a 16″ dal primo posto. A chiudere il trio MAROUAN RAZINE con il time di 39’26”. Nelle donne invece il successo e la gloria sono andati a VERONICA INGLESE che ha dominato la gara percorrendo buona parte di essa in solitudine chiudendo la competizione con il parziale di 43’43”. Seconda piazza per l’atleta dell’Esercito SOUFYANE LAILA che ha corso la manifestazione in 45’53”. Ultimo gradino del podio invece per GABRIELE ANNALISA (48’07” già vincitrice nel 2004 e seconda nella scorsa edizione) giunta al traguardo staccata di poco più di 4 minuti.  GLI ORTANI- Ancora una volta alla corsa romana erano presenti alcuni podisti ortani sia appartenenti all’Atletica Orte che semplici Runcard. Alla fine a trionfare nella “gara nella gara” è stato Patrizio Paggi per gli uomini e la solita Letizia Pancotto tra le donne. 54’16″(4’10” di media al km)  il tempo fatto registrare da Paggi che è risultato anche essere 242º nella classifica generale e 42º in quella di categoria.  Un risultato di prestigio per un atleta che negli ultimi mesi ha cambiato nettamente marcia facendo segnare tempi interessanti sia alla Roma Ostia che alla gara di Bassano in Teverina dove ha percorso in 44’34” i 10 km di corsa. 1h01’57” (media di 4’45” al km) invece per la “Regina delle biancorosse” che conferma la costante e continua crescita di quest’ultimo anno e dopo le ottime prove alla Corsa di Miguel e alla Roma-Ostia chiude la gara sulla “strada più antica del mondo” con uno splendido 11º posto di categoria (63º tra le donne e 918º nella generale). Ottima prestazione anche per Giorgio Vecchiarelli (Atletica Orte) che completa la kermesse in 56’21” concludendo 80º in categoria, 368º tra gli uomini e 381 generale. Terza posizione tra i biancorossi invece per Alessandro Pancotto che fa registrare il tempo di 1h03’27” e si assesta al 133º posto di categoria, 1037º tra gli uomini e 1126º nella graduatoria complessiva. Ai piedi del podio Roberto Conti che ha terminato l’Appia Run in 1h5’20” (273º di categoria, 1253º tra gli uomini e 1373º totale. Tornando alle amazzoni, 1h05’21” per Valeria Rizzo: 122ª di categoria e tra le donne e 1375ª complessiva mentre 1’09’55 per Francesca Cinelli (256ª tra le donne e di categoria e 2048ª generale. Infine, grande consenso anche per l’iniziativa portata avanti in collaborazione con il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità, l’Alcohol Prevention Race, una campagna di prevenzione sui rischi legati al consumo di bevande alcoliche tra i giovani. (foto Ciacci e Bartolini)

Ale. Urs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *