Sicurezza, Lega Nord Umbria ha incontrato il sindaco di Perugia Andrea Romizi

PRESENTATO UN DOCUMENTO CHE PREVEDE UN PIANO DI AZIONE PER CENTRO E PERIFERIA. IL SENATORE CANDIANI: “INCONTRO PROFICUO. CHIEDIAMO L’IMPEGNO CONGIUNTO DI COMUNE, FORZE DELL’ORDINE, PREFETTO E REGIONE”

Il senatore Lega Nord, Stefano Candiani, insieme al consigliere comunale Michelangelo Felicioni e il Commissario cittadino di Perugia del carroccio, Alessandro Tassi, hanno incontrato il sindaco di Perugia, Andrea Romizi. Sul tavolo il tema della sicurezza, all’indomani delle recenti morti per overdose e della necessità di non abbassare la guardia sulla questione dello spaccio di droga. Ma la questione “sicurezza” è stata affrontata a 360 gradi.

“La situazione riguarda il centro di Perugia, ma riguarda anche le zone periferiche che rimangono ancora oggi un nervo scoperto – ha detto il senatore Candiani – La Lega Nord ha attivato da tempo una serie di incontri pubblici sul territorio perugino e quello della sicurezza continua ad essere un problema da affrontare. Il concetto è quello di riportare queste esigenze all’attenzione delle istituzioni chiedendo, come abbiamo fatto in accordo con il sindaco Romizi, impegni specifici all’Amministrazione comunale. A questo deve, però, necessariamente corrispondere un’azione da parte delle altre istituzioni, forze dell’ordine in primis, Prefetto e Regione. Non è una questione che può risolvere un sindaco da solo. E’ certo, che come Lega Nord pensiamo che si debbano mettere in campo azioni specifiche e ottenere risultati concreti. Possiamo farcela, ma c’è bisogno di una Amministrazione molto forte, attiva e determinata”.

“E’ stato un incontro proficuo – ha commentato Tassi – Al sindaco Romizi abbiamo sottoposto un documento dove presentiamo alcune azioni da mettere in campo e da parte sua abbiamo ottenuto la massima condivisione e collaborazione. Nei prossimi giorni lo presenteremo alla stampa”.

“Apprezzo l’apertura del sindaco Romizi – ha detto il consigliere Felicioni – che si è reso disponibile ad ascoltare e accogliere le nostre richieste che sono in piena sintonia con il programma dell’amministrazione. Seguiremo con attenzione la vicenda visto che la tematica è a noi molto cara”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.