CALVI DELL’UMBRIA: terremoto, quattro case inagibili e due chiese chiuse

le persone che sono state costrette a lasciare le proprie case saranno ospitate dai parenti residenti in zona

Anche a Calvi dell’Umbria il terremoto ha lasciato i segni, dopo che erano stati riscontrati danni in due chiese,  quella di San Francesco, in attesa di essere verificata dai tecnici per la sua stabilità, visto che è situata a ridosso della strada Provinciale 71  e la chiesa ubicata nella frazione di S. Maria in Maddalena, che aveva già subito importanti danni nella scossa dello scorso 24 agosto, secondo quanto affermato dal sindaco Guido Grillini, risulterebbero inagibili anche quattro abitazioni.

Le case si troverebbero tre nelle frazioni di Passatore e Scorga e una  nella frazione di S. Maria della Neve. Ovviamente le persone che sono state costrette a lasciare le abitazioni non l’hanno presa molto bene, ma purtroppo per evitare problemi irreparabili in caso di ulteriori scosse è stato preso il provvedimento di sgombro immediato. Al momento queste persone sono state ospitate dai propri parenti residenti in zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *