Giulio Michelini: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”

Infame pezzo di merda!
Poraccio, misero e pure brutto!
Ma vaffanculo!
Ma è ‘nporo ‘mbecille!
Non sta bene!

Ecco, questi sono solo alcuni dei commenti in risposta alle esternazioni del figlio del sindaco.
La condanna di una battuta infelice con parole anch’esse da condannare.

Già la volta precedente giudicai come una goliardata sciocca l’uscita del ragazzo, mi trovo a farlo nuovamente.
Una battuta regalata a facebook, una battuta intelligente o stupida come tante ne leggiamo tutti i giorni, come tante ne scriviamo tutti i giorni.

La gravità risiede nel fatto che a scriverla sia il figlio del sindaco e che dia l’appiglio giusto per criticare quest’ultimo.
Perché in fondo l’attacco peggiore è proprio nei confronti di Michelini, che da alcuni viene addirittura giudicato un cattivo educatore.
Dimenticando la regola prima, almeno per me, che è quella di scindere sempre la figura pubblica da quella privata, anche se a volte si sovrappongono involontariamente.

Un cattivo educatore di un ragazzo degenere. Ecco!
Vorrei sapere chi sono i genitori di quei ragazzi, tanti, che girano senza meta il venerdì sera con un bicchiere in mano e lo sballo negli occhi.
Chi sono i genitori di quei ragazzi che bevono fino a sentirsi male, che vomitano nei vicoli, che spaccano bottiglie, che pisciano sui portoni degli incolpevoli residenti.
Chi sono i genitori di quei ragazzi che bucano per gioco le gomme delle auto, che rompono specchietti, che parcheggiano le loro vetture magari anche sulle fontane, che non mostrano rispetto alcuno per la città in cui vivono.
Perché dei genitori devono averli!

E chissà che in quel momento, quei genitori, non stiano proprio sputando veleno su un padre che ha l’unico torto di ricoprire una carica importante.

Le parole riportate all’inizio del post le ho copiate pari pari da una pagina facebook, una come tante, che non ha certo la colpa di ospitare simili frasi o battute.
E non sono neanche le peggiori.
Mi piacerebbe sapere se tutti noi conosciamo i pensieri dei nostri figli, se sappiamo cosa fanno quando sono con i loro amici, se ne conosciamo perfettamente i comportamenti fuori le mura domestiche.
Perché anche il migliore dei ragazzi, anche il più educato, in compagnia qualche cazzata la combina.
O noi siamo stati tutti Santi e i nostri figli tutti unti dal Signore?

Comunque una frase stupida, un’opinione, un giudizio, per me anche una bestemmia, diventa motivo di attacco immotivato nei confronti del sindaco.
Giudichiamo Michelini nello svolgimento delle proprie funzioni, giudichiamolo come sindaco, come politico o amministratore, giudichiamo cosa ha fatto o non ha fatto per la nostra città.
Materiale ce n’è a volontà se vogliamo sfogarci.
Ma il Michelini uomo, il Michelini padre, non ci riguarda, non deve riguardarci.
Sono esclusivamente cazzi suoi, per dirla in Italiano.

E chi commenta il post di quel ragazzo con le frasi sopra riportate, non si dimostra molto migliore nello sparare immaturi e condannabili giudizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *