Elezioni, Gianpiero Bocci: “Senza lavoro e servizi non c’è comunità”

L’On. Gianpiero Bocci – candidato nel collegio Umbria 2 – continua la campagna elettorale a Gubbio: “questo territorio è uno di quelli che ha pagato di più la crisi”. Presenti all’incontro anche l’onorevole Walter Verini e il consigliere regionale eugubino Andrea Smacchi

Nel contesto del tour elettorale finalizzato alle prossime elezioni politiche del 4 marzo, l’On. Gianpiero Bocci, Sottosegretario all’Interno, candidato del centrosinistra nel collegio Umbria 2 della Camera dei Deputati, si presenta a Gubbio, nei locali della Proloco di Colonnata, di fronte a un nutrito pubblico per fare il punto sullo stato dell’arte di questa vasta area, e lancia una sfida: “In campo con strumenti straordinari per evitare che la fascia appenninica, bella e ricca dal punto di vista ambientale, storico e culturale, vada incontro ad una desertificazione sociale”. Ad aprire i lavori il segretario del circolo del Pd Gubbio Sud Massimo Marcelli, mentre il ruolo del coordinatore spetta al consigliere regionale Andrea Smacchi.

 

Presenti all’iniziativa anche l’onorevole Walter Verini, candidato del Pd nel listino proporzionale per Montecitorio, il sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati, il primo cittadino di Valfabbrica Roberta Di Simone e la consigliera provinciale di Perugia Erika Borghesi. “Questo territorio – continua Bocci – è uno di quelli che ha pagato di più la crisi, con vicende che hanno lasciato ferite. La Ex Merloni è una di quelle che ha tolto serenità a tante famiglie. Per questo la priorità dei prossimi cinque anni non può che essere il lavoro, perché senza lavoro e senza servizi non c’è comunità. E la situazione della fascia appenninica non può essere affrontata con canali ordinari, serve un piano straordinario e un nuovo impulso al progetto delle ‘Aree interne’, una iniziativa culturale che punta a restituire identità a queste zone. Il progetto delle Aree interne punta a mantenere il presidio dei servizi, perché senza servizi queste comunità non hanno più futuro”. Non va inoltre trascurato l’aspetto sociale, che il candidato Bocci considera “fondamentale per evitare che la crisi ci consegni un paese con più emergenze e ingiustizie sociali: l’obiettivo è proseguire il lavoro del contrasto alla povertà e del superamento del blocco sociale, valorizzando merito e competenze”.

 

Fa pure un accenno alla competizione elettorale, affermando: “Il nostro avversario è la Lega, un partito cambiato e che affronta alcuni temi facendone una battaglia di odio. La Lega, con i collegi che ha avuto nella coalizione, potrebbe addirittura condizionare l’identikit del centrodestra e andare a creare un Governo di coloro che ‘vogliono rompere l’Italia’ ”. Quindi l’appello a Liberi e Uguali: “Riprenderemo il dialogo dopo le elezioni. Ma intanto attenzione, consegnare una fascia così importante è un delitto”. E poi si rivolge anche al mondo cattolico: “Non si può votare chi semina odio”.

L’On. Verini nel prendere la parola ha messo in risalto ciò che ha realizzato il Governo uscente: “Non è propaganda ma è comunicazione, moderata, con toni giusti e senso della misura. Ci sono stati passi avanti sia in economia che per l’immigrazione e le infrastrutture. Sono diminuiti i crimini”. E poi fa una carrellata degli avversari sottolineando che “il centrodestra è una coalizione fragile, con Berlusconi che sembra un vecchio comico. Il M5S ha dato prova di inadeguatezza al Governo. La nostra invece è una squadra unita, che ha ottenuto molti risultati, come nel campo della giustizia. Andremo avanti, con l’autorevolezza che abbiamo sempre dimostrato”. Il sindaco Stirati si allinea sull’appoggio al Partito democratico, sostenendo: “Vogliamo scongiurare populismo ed estremismi, consentendo al Partito democratico di essere ancora baricentro della sinistra e della politica, in prospettiva di rilancio del nostro Paese e lo vogliamo fare con due personaggi come Bocci e Verini, che hanno condiviso molte battaglie per il territorio. Con Bocci abbiamo avviato un percorso per consentire alla Festa dei Ceri di svolgersi nel miglior modo possibile alla luce delle nuove normative”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *