Incidente sulla Tuscanese, due persone morte carbonizzate

Il presidente dell’associazione Amici di Galiana trasferito al Sant’Eugenio di Roma – Una tanica di benzina nel retro del pulmino

VITERBO – Gravissimo incidente stradale nel pomeriggio di oggi sulla strada Tuscanese, all’altezza del bivio per Monterazzano. Un pulmino Fiat Scudo, utilizzato per il trasporto di persone con difficoltà motorie, è uscito fuori strada prendendo fuoco.

All’interno del veicolo c’erano tre persone: padre, madre e figlio; quest’ultimi due sono morti carbonizzati mentre il conducente del mezzo è rimasto ustionato. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Viterbo che hanno spento le fiamme e messo in sicurezza l’area. I medici del 118 sono giunti con un elicottero per trasferire d’urgenza l’uomo all’ospedale Belcolle.

 Lucio Bastiani lotta tra la vita e la morte. All’ospedale Sant’Eugenio di Roma, dove è stato trasferito nella tarda serata di ieri. Le sue condizioni sono gravissime e disperate, con il corpo che è in gran parte ustionato. I medici del Belcolle di Viterbo, dove era stato inizialmente ricoverato, hanno deciso per il trasferimento nella Capitale, dove l’uomo verrà sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico.

La moglie Anna Montanari. 77 anni, è morta carbonizzata nel tragico incidente di ieri pomeriggio sulla Tuscanese. A perdere la vita, anche uno dei figli della coppia. Luca, 51 anni, disabile dalla nascita.

La strada è rimasta aperta al traffico in senso alternato, per permettere ai soccorritori di svolgere le necessarie operazioni.

Sul posto per i rilievi i carabinieri del capoluogo di provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *