Elezioni sindaco di Terni, il centrodestra lancia Cristiano Ceccotti e Giorgio Adeodato Norcia

Funzionario del Ministero dell’Interno, Ceccotti è uno storico esponente dal centrodestra della Provincia di Terni. Molto stimato anche dalla sinistra narnese e ternana è stato a lungo assessore e vicesindaco di Otricoli, Comune che abitualmente ospita Massimo D’Alema per i suoi eventi vinicoli. Forza Italia starebbe pensando proprio a Ceccotti come candidato Sindaco in grado di raccogliere consensi trasversali: la proposta potrebbe vedere d’accordo anche i leghisti visto che Ceccotti per lavoro, alla Prefettura di Terni, si occupa proprio di immigrazione, tema molto caro al partito di Salvini.

Tra i possibili candidati a sindaco anche il giudice Angelo Matteo Socci e il commercialista ternano Giorgio Adeodato Norcia

TERNI (Umbria24.it) – Spuntano due nuovi nomi all’interno del centrodestra in vista delle elezioni del 10 giugno. Sono quelli di Giorgio Deodato Norcia, commercialista di Terni, e quello di Cristiano Ceccotti, ex vicesindaco di Otricoli e dipendente della prefettura di Palazzo Bazzani. Il primo è in quota Forza Italia, il secondo in quota Lega: ed ecco quindi che all’interno della coalizione restano le divisioni già emerse nei giorni scorsi per quanto riguarda l’identikit del candidato sindaco.

I nomi Le ipotesi Norcia e Ceccotti sono emersi dagli ultimi incontri andati in scena in città a cui hanno preso parte i diversi rappresentanti dei partiti di area centrodestra, ossia Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. Sullo sfondo resta sempre il nome del giudice Angelo Matteo Socci, su cui gli azzurri puntano molto ma che fa storcere il naso alla parte più “verde” della coalizione. Serviranno evidentemente altri incontri per poter arrivare ad una soluzione condivisa.

 

Forza Italia Intanto Forza Italia fa il punto della situazione in una nota, dopo un incontro tenuto con il coordinamento comunale e provinciale a cui hanno preso parte anche la coordinatrice regionale Catia Polidori e il neo eletto deputato Raffaele Nevi. «L’obiettivo del partito è mantenere in linea con il contesto nazionale e regionale con l‘unità del centrodestra. Non stati fatti nomi o discussioni di sorta circa le ipotesi di candidatura a sindaco, in quanto ciò che ha valore è avere una soluzione che aggreghi il più possibile. Come dimostrato dalle recenti elezioni solo così si può essere competitivi e vincenti. Considerata inoltre la valenza della città e il suo particolare status di Comune commissariato, si è definito comunque che la figura di riferimento debba avere requisiti di conoscenza della città e adeguata capacità ed autorevolezza».

 

Gli altri Nel frattempo il Movimento Cinque Stelle ha ufficializzato la chiusura della lista, da presentare entro l’11 maggio, senza però indicare al momento il nome del candidato alla corsa per Palazzo Spada, anche se tutte le indicazioni portano a Thomas De Luca, l’ex consigliere comunale. Il Partito democratico oggi pomeriggio si riunisce per l’assemblea comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *