Narni – Sulla Rocca troppe le domande senza risposte del sindaco

NARNI – Riceviamo e pubblichiamo: La Rocca di Narni è il monumento più prestigioso della città, è stata oggetto in passato di interventi economici rilevanti a carico della comunità. Purtroppo non riesce a trovare un ruolo economico, storico,culturale che le permetta di vivere dignitosamente.

Anche questa esperienza di gestione è terminata negativamente. Abbiamo più volte fatto richiesta di accesso agli atti per quanto riguarda la situazione contabile e contrattuale della Rocca, avendo risposte incomplete riguardo le modalità di recupero del credito: ci è stato risposto che con delibera n°73 dello 06/04/2016 il debito pari a 37.875 sarebbe stato saldato in ventuno rate fino al dicembre 2017.

Presentiamo quindi la seguente interrogazione per sapere:

Quale è a oggi la situazione?

Il debito è stato sanato?

Oppure, come ci è stato detto, verrà baratto con dei presunti mancati introiti, dovuti alla non apertura della Rocca?

Se sì in quale maniera?

Ancora se, era stata stipulata una fideiussione a garanzia, è stata riscossa oppure no?

Giacché il contratto di gestione è scaduto il 15/03/2018, a chi sarà data da ora in poi la gestione la Rocca?

Visto che il Sindaco in un’intervista sulla Rai, di questi giorni, annunciato la sua apertura per fine mese. Noi chiediamo quindi 2 cose:

  1.  una attuale, precisa e sintetica situazione contabile e gestionale fra il comune e la società che ha gestito la
    rocca fino ad ora.
  2. una chiara progettualità riguardo il futuro della rocca Albornoziana.

Siamo convinti che per quanto riguarda i debiti verso il Comune, l’Amministrazione deve mantenere lo stesso atteggiamento che verso privati cittadini, Le stesse procedure devono essere utilizzate verso le società inadempienti. Invece di inventarsi soluzioni ad hoc e particolari. Per quanto riguarda invece la presenza di antenne sul maschio della Rocca di Narni, prendiamo atto che passi avanti sono stati fatti, ma permangono dubbi: vorremmo vedere i contratti di locazione dei vari enti e società: quanto pagano di canone anno i gestori dei ripetitori telefonici, chi usufruisce dello stesso, il Comune oppure i gestori?

Inoltre non siamo del tutto convinti che sia rispettato complessivamente quanto richiesto dalla Sovrintendenza, per quanto riguarda la mitigazione dell’impatto visivo dell’antenna.

Gruppo Consigliare di

Tutti per Narni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *