Viterbo – Dopo infinite schermaglie il centrodestra scende nell’Arena elettorale

Adesso Forza Italia avrà enormi responsabilità verso gli alleati che, nel frattempo, hanno già pronte le liste di supporto

VITERBO – E alla fine, ma proprio alla fine la montagna ha partorito il topolino, dopo giorni e giorni di riunioni, accordi mai raggiunti, teste incoronate e poi mozzate (vedi Ubertini, Contardo, Santucci e Usai) il trono (non i sudditi) ha trovato il suo re: sarà Giovanni Arena il candidato sindaco che ha finalmente messo d’accordo la coalizione di destra.L’uomo che si è sempre sacrificato per il partito, colui che ha sempre fatto un passo indietro quando gli è stato chiesto, adesso avrà la sua rivincita.

Arena, il nome rassicurante che attingerà agli “storici” voti di un centrodestra radicato in città, e di cui i cittadini soprattutto dopo l’ amministrazione Michelini , sentono il desiderio di ritorno. Colui che metterà d’accordo i più attempati, quelli cresciuti nell’ ancien régime di una politica ormai archiviata. Qualcosa è cambiato, ma forse non se ne sono accorti: giovani, donne, idee, dinamismo e chiacchierate, esperienza e dati alla mano acompagnati da tanta voglia di cambiamento , gli ingredienti di una nuova visione della politica ( per Viterbo) uscita ormai fuori da Palazzo, di cui il Giovanni “viterbese” dovrebbe rappresentare la novità.

Riuscirà il buon Arena con la sua sua trentennale esperienza politica, a riportare la città agli antichi fasti?

Oppure come per le precedenti elezioni la servirà su un piatto d’argento alle nuove e prorompenti liste civiche che da tempo si sono intrecciate con il tessuto cittadino portando una ventata di freschezza ed entusiasmo?

Benedetta Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *