Grande Fratello – Serata show al Decò con il vincitore viterbese Alberto Mezzetti

Lavoro, impegno sociale, nonna Pasqualina e la sua grande “passione” per Barbara D’Urso

VITERBO – Tutte lo vogliono, e finalmente lui si è “concesso”. Stiamo parlando di Alberto Mezzetti il trionfatore della quindicesima edizione del Grande Fratello, che ieri sera nello splendido giardino del Decò Bistrot ha incontrato le sue fans: dalle teenagers alle più attempate in fila, per selfie, abbracci, baci e tanto divertimento.

Alberto ha un gesto d’affetto per tutti, non si nega a nessuno, anche di fronte ai crampi della fame, risponde alle nostre domande. E alla fine qualche boccone di riso riesce a mangiarlo…

Come ti ha cambiato la vita il Grande Fratello?

Ancora lo devo capire…So di certo che ha cambiato l’atteggiamento delle persone nei miei confronti. Naturalmente in meglio, c’è un sacco di positività intorno a me, in tanti hanno apprezzato il mio modo di essere.

Come si manifesta questo affetto?

Con tantissimi messaggi, alcuni di ringraziamento e altri addirittura d’aiuto.

Mi dicono “mi hai cambiato la vita” o “mi hai risolto un problema”, “prima pensavo solo alle cose materiali…”

Cosa hai fatto per “cambiargli la vita”?

Gliel’ho fatta esaminare da un’altra prospettiva, quella che prima non vedevano e che ascoltando il mio pensiero nella Casa hanno percepito. In me hanno visto l’esempio che si può essere felici anche con i problemi quotidiani.

C’è qualche storia che ti ha colpito particolarmente ?

Ci sono tante persone che soffrono, dai dolori più forti come la perdita dei genitori, a chi sta male per amore, chi per essere stato tradito e chi per un’amicizia perduta. A loro dico delle cose basilari: prima di tutto considerare sé stessi che è la cosa più importante che tutti dimenticano, e poi ascoltare la natura e i nostri cinque sensi, muoversi, vedere, toccare, insomma darsi da fare per trovare l’armonia.

Come è stata la tua vita dentro la Casa?

Non mi sono mai sentito ospite, ma subito a mio agio. Mi è piaciuta la location e il senso di protezione che respiravo dentro. Ho instaurato una bella amicizia con Simone, Angelo è una persona speciale che sento spesso, così come Veronica. Con gli altri ho un rapporto normale e piacevole, ci sentiamo tramite un gruppo whatsapp.

Che proposte hai ricevuto?

Ho firmato un contratto con l’ agenzia Di Nardo Studio che ha lanciato attori come Bova e Scamarcio. Inizierò il mio percorso affiancato da un coach per dizione e recitazione. Inoltre ho tante proposte televisive che ancora non posso svelare….

E il tuo sogno, “L’Isola dei Famosi”, a quando?

Per il momento l’Isola può aspettare…

Qualcuno afferma che vorresti aprire un ospedale in Africa, è vero?

Vero, voglio concentrare le mie energie anche sulla beneficenza. Sto strutturando un’associazione benefica che si chiamerà TarzanHelp che ha come simbolo la liana, un appiglio per i più deboli. Mi occuperò di risolvere casi singoli, ogni mese uno diverso: da chi non riesce a curare il figlio, a chi non ha i soldi per un particolare dispositivo medico. Analizzerò caso per caso.

A proposito di soldi, quelli della vincita sono arrivati?

Ancora no, mi hanno detto entro il 31 dicembre. Sono in gettoni d’oro e tassati, quindi circa settantamila euro, (e manco mi bastano! aggiunge Alberto ndr) che mi serviranno a sanare dei conti in sospeso dovuti ad un’errata amministrazione finanziaria in famiglia.

E la famosa cena con “Barbarella”, è scoppiato questo amore?

L’abbiamo fatta in un locale di Milano subito dopo la mia uscita, è stata una serata piacevole, abbiamo riso molto. Diciamo che c’è una curiosità reciproca di conoscerci, ci sentiamo e ci confrontiamo molto spesso. Barbara (D’Urso ndr) la porterò il 3 settembre a vedere la macchina di Santa Rosa insieme a tutti gli altri concorrenti, nel mio palazzo, (che una volta era pignorato e ora non lo è più, ci tiene a dire, ndr) sul corso di Viterbo.

Praticamente sei entrato nella casa che eri già felice e sei uscito sempre felice….

Ora sono più felice perché potrò sistemare i miei problemi finanziari. Per il resto è vero, ero già felice. Adesso è una felicità diversa, che guarda lontano.

Un messaggio per i tuoi coetanei?

Cercate di apprezzare quello che avete: il rispetto per la famiglia prima di tutto e poi la salute, un bene preziosissimo e soprattutto accontentatevi, quello che avete è già tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *