Un pezzo del Grande Fratello al Parco dei Cimini. Simone Coccia: “Con Alberto un’amicizia spettacolare”

In mezzo ai bambini del campus estivo e in giro per la città come due ventenni alla scoperta del mondo

SORIANO – Abbiamo incontrato, al bioresort Parco dei Cimini, Simone Coccia, che ha trascorso due giorni a Viterbo dall’amico Alberto Mezzetti, con cui ha condiviso felicità, risate, pensieri e dispiaceri all’interno della casa del Grande Fratello, oltre alla finalissima.

Un’amicizia nata da subito, sincera e “verace” come loro, e che ha prontamente entusiasmato il pubblico per la spontaneità con cui è stata vissuta.

Come è nata questa avventura del GF?

“Sono stato contattato per partecipare al programma, ero conosciuto per il mio lavoro di spogliarellista, più che altro per la mia relazione con la deputata Stefania Pezzopane.

L’interesse principale era proprio la mia storia d’amore, mi hanno voluto come concorrente perché pensavano di metterla in discussione. Per me è stata una bellissima esperienza che ho saputo gestire con nervi saldi.

Hai affermato più volte di non essere stato “completamente” te stesso, ce lo confermi?

Non ero costruito, ma giocavo, ho usato la mia strategia, non eravamo una famiglia, ma dei concorrenti in gara e comunque ognuno aveva le sue tattiche. Tanti nella casa a me e Alberto non ci digerivano perchè eravamo i concorrenti più forti.

Perchè pensavate di essere “più forti”?

Te ne accorgi, lo senti. Se sono arrivato in finale lo devo a me stesso, magari gli italiani si aspettavano un provolone, maleducato e rissoso, il mio carattere e il mio modo di essere sono stati premiati.

Quindi la tua storia con l’onorevole non ti ha aiutato?

Non credo, anche perché a tanti appassiona, ma ad altrettanti non interessa.

Cosa ami di più di Stefania Pezzopane?

Tutto. E’ una donna intelligente, buona, sensibile, che non ha mai un secondo fine e con un gran cervello. Mi ha affascinato da subito.

Lei che ama di te?

La stessa cosa, anche io sono un ragazzo intelligente, nonostante i pregiudizi nei miei riguardi per il mio passato e, grazie al Grande Fratello, l’ho dimostrato.

Andate d’accordo su tutto?

Guardiamo alla vita nella stessa maniera, non litighiamo mai. Ci può essere un’incomprensione ma che si risolve all’istante. Lo ripeto, siamo due persone intelligenti e questo fa andare bene il nostro rapporto.

Hai mai sofferto per lei?

Sì, quando ero al Grande Fratello. Stare lontano da lei due mesi mi ha devastato. Lei e il suo sentimento puro e pulito sono tutto per me. Ci confrontiamo quotidianamente e i suoi consigli sono per me molto preziosi, faccio tesoro della sua esperienza.

E delle tue ex donne cosa pensa?

Sono persone che pur di apparire farebbero di tutto, sono cose vecchie, che ora guarda caso, vengono alla ribalta . Alcune le ho denunciate per diffamazione e calunnia, vedremo come andrà.

Neanche ora che sei diventato popolare dimostra la sua gelosia?

Sa che mi comporto bene, gestisco la mia attività e porto avanti i miei progetti con serietà. Si fida di me. Nonostante il suo lavoro in Parlamento e il mio in giro per l’Italia riusciamo a trovare del tempo per noi. Quando stiamo insieme è un piacere per entrambi, viviamo bene e in armonia.

Avete dei progetti insieme?

In realtà ci vorremmo sposare, appena troviamo un po’ di tempo sarà la prima cosa che faremo. Insieme siamo molto attivi nel sociale, partecipiamo a campagne di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e sui bambini.

Cosa farai adesso?

Insieme ad un socio gestisco l’agenzia di eventi Venus Entertaiment a Pescara. Faccio serate nei locali e in futuro vorrei aprire un’attività nel settore della ristorazione.

Il tuo rapporto con Alberto?

Spettacolare. Immutato dal primo giorno. Non potrei più fare a meno della sincerità di Alberto. Credo molto nella nostra amicizia.

Hai anche pianto per lui?

Sì è vero. Anche tre settimane dopo l’uscita dalla casa ho pianto perché mi mancava. Le persone più vere e sincere sono state quelle più colpite nella casa e noi siamo stati tra queste. Ci siamo sentiti tutti i giorni. Dal primo giorno che l’ho conosciuto gli ho detto che sarebbe diventato il mio migliore amico. La cosa ora si è rafforzata, insieme cerchiamo di fare del bene verso chi è meno fortunato di noi. Proprio ieri siamo stati in una clinica viterbese che ospita disabili e abbiamo trascorso delle ore con loro.

Ti è piaciuta Viterbo?

Sì molto, soprattutto il Palazzo Papale e la sua storia, è simile alla mia città l’Aquila. Poi questo agriturismo (Parco dei Cimini n.d.r.) è veramente meraviglioso.

Però non sei andato alle famose Terme?

Ci tornerò con Stefania, potremo dormire proprio qui. Torneremo anche a vedere la Macchina di Santa Rosa a casa di Alberto.

Ti ha cambiato la vita il GF?

Sì in meglio. Sono riuscito a far conoscere chi sono veramente, un ragazzo semplice come tanti. Non uno senza cervello perché ha muscoli e tatuaggi ma una persona perbene e sensibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *