Civitavecchia – Nigeriani occupano abusivamente e deturpano villino in centro, i carabinieri ci trovano anche la droga

Maxi sequestro di marijuana in un canapa store cittadino. Anche in questo caso sequestro e denunce

CIVITAVECCHIA – E’ partita all’alba di ieri mattina l’operazione condotta dai Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, con la collaborazione del Nucleo Antisofisticazione e Sanità, di Roma, nel corso della quale sono stati eseguiti numerosi controlli in tutto il territorio del comprensorio cittadino.

Proprio nelle prime ore di ieri mattina, i militari della caserma di via Antonio da Sangallo hanno fatto scattare il blitz in un appartamento di via Amba Aradam dove, da diversi giorni, erano stato notato un diverso via vai di giovani.

All’interno sono stati trovati otto cittadini nigeriani, di età compresa tra i 30 e 37 anni, che avevano occupato abusivamente lo stabile e lo avevano deturpato.

A seguito della perquisizione, effettuata anche con l’ausilio delle unità cinofili della locale Compagnia della Guardia di Finanza, sono stati rinvenuti 10 grammi di marijuana e un bilancino di precisione.

Gli otto extracomunitari dovranno rispondere all’Autorità Giudiziaria di occupazione abusiva di edifici e deturpamento di cose altrui. Due sono poi stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e infine un altro ancora è stato deferito per falsità materiale commessa da privato, perché è emerso che aveva falsificato la propria carta d’identità.

Nel corso degli approfonditi controlli, per cui sono state impiegate oltre venti unità dell’arma locale e dei militari del Nas di Roma, sono stati eseguiti anche dei controlli a una pescheria, a un forno e a un bar del centro cittadino, volti a verificare il rispetto delle norme igienico-sanitario.

All’esito dei controlli sono state elevate complessivamente quattro sanzioni ai titolari degli esercizi ispezionati per mancata etichettatura di rintracciabilità degli alimenti e inosservanza delle norme igienico- sanitarie, per il valore complessivo di 6.000 euro.

Nell’ambito dell’attività, i militari hanno eseguito controlli ai “Canapa Store” cittadini rinvenendo presso uno di essi circa 170 confezioni di cannabis sativa, del peso complessivo di 425 grammi artigianalmente confezionata, mancante dei documenti fito farmacologici indicanti la provenienza e la certificazione del principio attivo e deferito in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un avventore trovato all’interno del locale in possesso di 23 grammi di hashish e di 4.000 euro, verosimilmente provento della sua illecita attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *