Il castello di Santa Severa inserito nella classifica del World’s greatest places 2019

Il Time lo inserisce tra le 100 più belle esperienze al mondo da vivere

SANTA MARINELLA – Un prestigiosissimo riconoscimento è stato decretato dalla celebre testata giornalista americana “Time”, al castello di Santa Severa, che ha inserito il maniero medioevale nella classifica del “World’s Greatest Places 2019” dedicato alle più belle 100 esperienze al mondo da vivere nel 2019.

Il castello è stato selezionato per la sua bellezza e unicità e per il suo essere accessibile a tutti grazie alla presenza di un complesso museale e di un ostello dai prezzi contenuti in grado di ospitare fino a 42 persone. Parliamo di uno dei luoghi più suggestivi del litorale, patrimonio di inestimabile valore sia storico che culturale dell’importante centro turistico balneare situato lungo la costa tirrenica a nord della capitale.

Al primo piano dell’edificio è stato realizzato un ostello dotato di 14 stanze dedicato ai giovani e alle famiglie che desiderano vivere l’esperienza di dormire in un antico maniero, mentre nella Sala Legnaia al pianoterra è stata ricavata un’ampia area comune dove gli ospiti possono prepararsi la colazione.

“I visitatori possono esplorare il parco, conoscere le storie della navigazione antica o rilassarsi sulla spiaggia pubblica al di là delle mura del castello”, si legge sul celebre settimanale statunitense. “Sono particolarmente orgoglioso di questa segnalazione che riconosce non solo il grande patrimonio storico rappresentato dal castello, ma anche il lavoro che la nostra amministrazione ha portato avanti per rendere fruibile a tutti un bene pubblico così importante – ha detto il presidente della Regione Nicola Zingaretti – il nostro castello baciato dal mare è una risorsa del litorale laziale che comincia ad essere apprezzata e riconosciuta in tutto il mondo”.

Nello speciale, il magazine stila un elenco di 100 luoghi al mondo, classificati in diverse categorie, musei, parchi, ristoranti e hotel e selezionati da giornalisti, corrispondenti ed esperti del settore. Nella selezione è stata valutata la qualità, l’originalità, il grado di innovazione e la sostenibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *