Orvieto – “Le Vie della Fantasia”, torna il Festival internazionale degli Artisti di Strada

ORVIETO –  Il 7 e 8 settembre 2019, le vie e le piazze del Centro Storico di Orvieto tornano ad essere lo scenario fantastico e magico de “LE VIE DELLA FANTASIA. FESTIVAL INTERNAZIONALE DEGLI ARTISTI DI STRADA”.
L’evento è organizzato dall’associazione “3.36 per Barbara e Matteo” che, in ricordo di Barbara Marinelli e Matteo Gianlorenzi – i due giovani orvietani vittime del terremoto di Amatrice, dal 2016 è attiva non solo nel sostegno alle attività della protezione civile ma anche con progetti mirati nel campo dell’educazione, della didattica e della cultura – e dall’associazione “Cantiere Orvieto” e Radiorvietoweb. La direzione artistica è dell’orvietano Andrea Antoniella, in arte Mago del Lapone, anch’egli artista di strada e curatore della direzione artistica sin dalla prima edizione dell’evento.
Saranno presenti oltre 30 artisti italiani, spagnoli, tedeschi, argentini, indiani ed altri ancora si esibiranno a partire da metà pomeriggio fino alla mezzanotte per un totale di circa 50 spettacoli giornalieri gratuiti.
Attraverso il FESTIVAL della Fantasia, si riavvolge così il nastro della memoria sulle atmosfere fantastiche che, nelle passate edizioni, resero le vie e le piazze del centro storico, palcoscenico naturale per numerosi artisti di strada provenienti da tutto il mondo la cui creatività e perizie hanno lasciato ricordi indelebili tra i cittadini, nel convincimento che questa tipologia di espressione artistica e culturale possa apportare un significativo ritorno di immagine per la città legato proprio alla fantasia dei bambini e dei non più bambini. Perché non si deve mai smettere di sognare ad occhi aperti ed immaginare perdendosi dietro a strani personaggi fiabeschi: menestrelli, giullari, saltimbanchi, clown, mangiafuoco, funamboli, mimi, musicisti in costume.

Nelle giornate del 7 e 8 settembre, il Festival aprirà con una parata di tutti gli artisti: Sabato da Piazza Cahen al Duomo, Domenica da Piazza Cahen a Piazza della Repubblica. In Piazza del Popolo e in Piazza della Repubblica ci saranno anche i mercatini.

Nella due giorni dell’evento, dal mattino al pomeriggio fino a sera, gli artisti di strada si muoveranno e animeranno con i loro spettacoli i seguenti spazi: Corso Cavour, l’incrocio della Torre del Moro, Piazza Duomo, Largo Barzini, Piazza Gualtieri, via Gualverio Michelangeli; e ancora: Piazza della Repubblica, l’incrocio tra via Malabranca e via Magalotti, Piazza del Popolo, Piazza Fracassini, Piazza Sant’Angelo e l’incrocio tra Corso Cavour e Via De’ Montemarte (“Fontanasecca”).
Tanti gli artisti presenti: da Foligno il Trio Internazionale I Giullari del Diavolo, da Roma il Clown surreale Fabio Corallini in arte Matisse, Alessia Muntoni La nuvola girovaga, il Clown Augustina Scuola Clown francese, Isabella Nunù Raimondi, Warner Circus Giocoliere, Luca Lobrigida Bolle di sapone giganti e Giocoliere, Fede Truccabimbi, Maurizio Cappai L’Angelo del Fuoco.
Da Civitavecchia Diego Grimaldi in arte Godieè / Fakiro di fuoco e Giordano Testa in arte Giodì artista del fuoco; da Viterbo il multimusicista Piero Duranti in arte Gionni Patata nello spettacolo One Man Band, da Tarquinia Federica Fattori Clown di varietà comico e Antonello Battelocchi in arte Indio con lo spettacolo di musica ed canzoni; da Allumiere (Vt) Novella Morellini Trampolieri Scuola di Circo di Civitavecchia, dalla Toscana Vasco Intruglio con Circo Niuman Antico Teatro dei Burattini di Firenze, dalla Svizzera Michael Ballon show il primo spettacolo con i palloncini, dalla Germania Los Filonautas NAUFRAGHI PER SCELTA sul filo, tra equilibrismo e acrobazia e dal Belgio Miki spettacolo ballon.

In queste ore, intanto, altri artisti di strada stanno dando la loro adesione sui canali social. In questa occasione, inoltre, la Città riscopre una delle forme culturali più antiche. Nel XV secolo, infatti, l’orvietano Girolamo Ferrante, portava per le strade di Parigi l’Orvietan teatro, facendo conoscere l’arte dei saltimbanchi in tutta Europa e diventando tanto famoso da affascinare lo stesso Molière.
Il progetto “LE VIE DELLA FANTASIA. FESTIVAL INTERNAZIONALE DEGLI ARTISTI DI STRADA” è sostenuto dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale, Misura 19.3 “Umbria lasciati sorprendere”, GAL Trasimeno / Orvietano, Programma di Sviluppo Regionale per l’Umbria 2014 / 2020 con il patrocinio della Regione Umbria e del Comune di Orvieto e – sottolineano gli organizzatori – con la piena collaborazione degli esercenti commerciali delle aree coinvolte che con il loro contributo hanno permesso la realizzazione della manifestazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *