Civitavecchia Porto – Contenzioso AdSP con Totalerg, arriva l’ennesima batosta per il presidente Di Majo

La Cassazione respinge il ricorso contro il decreto del Presidente della Repubblica che sancì l’illegittimità dell’aumento della sovrattassa portuale del 2015

CIVITAVECCHIA – Un brutto periodo per l’Autorità di Sistema Portuale e per il suo presidente Francesco Maria Di Majo.

L’ennesima doccia fredda è arrivata ieri quando, la Corte di Cassazione, ha pubblicato la decisione sul ricorso presentato dall’avvocatura generale e promosso dall’AdSP del tirreno centro settentrionale, dall’Agenzia delle Dogane e Monopolio dello Stato e dal Ministero delle infrastrutture che chiedevano di annullare la decisione del Capo dello Stato sul contenzioso con Total Erg.

Nel dicembre 2015, a seguito della decisione n° 853 del 2016 del Consiglio di Stato che ha riformato la sentenza n°2411 del 2015 con la quale il Tar del Lazio, in accoglimento dei ricorsi proposti da Total Erg S.p.A. e Raffineria di Roma S.p.A., ha annullato i decreti del Presidente dell’Autorità Portuale n. 182 del 18 giugno 2012 e n. 308 del 4 luglio 2013 di aumento del 100% della tassa portuale per le voci merceologiche di cui al punto 3 della tabella allegata al D.P.R. 28 maggio 2009 n.107, quali carbone, olii minerali alla rinfusa esclusi i laterizi.

Per quanto riguarda la Sovrattassa merci, l’accertato totale del 2017 è stato di € 7.342.881,90, inferiore di € 2.358.885,31 rispetto al dato del 2016.

Con Decreto del Presidente della Repubblica del 7 Febbraio 2017, a seguito del ricorso straordinario da parte della società Total Erg, è stato e annullato il Decreto del Presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia n°209 del 21 ottobre 2014. Questo ha portato nel corso del 2017 all’applicazione di differenti tariffe sulle merci imbarcate e sbarcate. 

Contro questa decisione il presidente Di Majo, attraverso l’Avvocatura dello Stato, aveva presentato ricorso insieme alle Dogane e sostenuto anche dal MIT ma non è bastato. La Suprema Corte di Cassazione.

Dopo la vicenda Gavio anche Totalerg bussa a cassa e le cifre da sborsare sono davvero ingenti. E’ vero che parte delle somme sono state accantonate ma, alla luce di questa decisione, bisognerà vedere quanto bisognerà aggiungere in termini di interessi e spese legali.

A questo punto il rischio di default tecnico è altissimo così come è davvero critica la posizione del presidente Di Majo che si è dedicato a creare contenziosi su contenziosi, tralasciando le attività portuali che stanno soffrendo una crisi senza precedenti.

 

sentenza definitiva total er adsp civitavecchia

 

180314163350

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *