Civitavecchia – Il sindaco Tedesco (Lega): “Coronavirus, in presenza di casi sospetti nessuno sbarco dalle navi”

Civitavecchia – Riceviamo e pubblichiamo – Si è svolta questa mattina la riunione dell’unità di crisi di Protezione civile, convocata dal sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco, sull’emergenza nazionale sanitaria da coronavirus proclamata dal Consiglio dei ministri.

L’incontro, avvenuto alla presenza delle massime autorità locali in materia amministrative, marittime, sanitarie e militari e moderato dal coordinatore di protezione civile Valentino Arillo, è stato particolarmente utile, anche alla luce del sospetto caso di infezione, individuato sulla nave Msc Grandiosa e attualmente ricoverato in osservazione all’ospedale Spallanzani. 

Dichiara il sindaco Tedesco: “La riunione di oggi ha affrontato il tema di una emergenza nazionale del governo che richiede specifici comportamenti a chiunque abbia ruoli di responsabilità, me compreso per quanto riguarda la tutela della salute sul territorio di Civitavecchia. Ora, senza creare allarmi ingiustificati, è evidente per i due casi avvenuti in pochissimi giorni e pur in bassa stagione, il porto è esposto a quel rischio che lo stesso governo ha indicato esistere per i prossimi sei mesi. Di qui la necessità di evitare difetti di comunicazione, necessità ribadita da più parti al tavolo odierno, sulla quale io stesso mi sono soffermato: è evidente che l’amministrazione comunale deve essere tenuta costantemente al corrente”.

“Il ministero della Salute – aggiunge Tedesco – ha riconosciuto le modalità utilizzate giovedì scorso come prassi da adottare per il traffico marittimo: quindi in caso di sospetto caso di infezione, prima dell’esito dei test da parte dell’istituto Spallanzani, non scende nessuno. Auspico comunque una riflessione da porre sul comportamento da tenere per i porti, soprattutto nel momento in cui si è deciso di limitare i voli nazionali. Ma tant’è: il lavoro eccellente svolto dall’Asl e da tutti gli altri attori continuerà e sono fiducioso sul fatto che ciò gioverà anche a quella comunicazione più stretta che da varie parti è stata raccomandata”. 

Dalla riunione dell’unità di crisi è comunque emersa la necessità di creare un comitato operativo che si preoccupi anche delle procedure, in vista della imminente stagione turistica di alti flussi, con informazione puntuale alla cittadinanza.

Comune di Civitavecchia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *