Montefiascone – Il sindaco Paolini dà una scossa alla Giunta. Turismo a Notazio, protezione civile a Manzi

Tutte le altre deleghe rimangono invariate ma con monito per tutti:  “Chi non produce risultati rischia di essere sostituito”

MONTEFIASCONE – Dopo la corposa conferenza stampa dell’assessore ai lavori pubblici e urbanistica Massimo Ceccarelli, il sindaco Massimo Paolini ha improvvisamente deciso di cambiare passo e spronare al lavoro i suoi assessori.

Vista la necessità di scuotere dal torpore un paese che ha molteplici potenzialità, oltre alla vocazione agricola, quella fortemente turistica, ha deciso di assegnare la delega al turismo, che tratteneva a sé dopo la “dipartita politica” del consigliere Merlo, all’assessore Fabio Notazio.

Contestualmente la delega alla Protezione Civile è stata assegnata all’assessore Paolo Manzi.

 

Nuove deleghe Notazio e Manzi

 

Dunque Fabio Notazio è attualmente assessore con deleghe all’agricoltura, alla cultura, rapporti con l’università e turismo.

Paolo Manzi invece commercio, sviluppo e promozione del territorio, sport, eventi-fiere-tempo libero-spettacolo, sicurezza, nuove tecnologie e protezione civile.

Un giro deleghe reso necessario dall’imminente partecipazione del Comune di Montefiascone al gruppo di lavoro del Sea Trade dove hanno già aderito molti Comuni che presenteranno alla Fiera Mondiale del Turismo via Mare, una serie di itinerari alternativi  a Roma a tutti quei turisti che sbarcano a Civitavecchia ed hanno già visitato Roma.

L’amministrazione comunale ha deciso di sistemare quanto prima la strada a podere Marcello e risistemare il manufatto ripetutamente depredato e abbandonato a se stesso.

L’idea di oltre trent’anni fa e cioè quella del famoso “villaggio svedese” è oggi più che mai un obiettivo possibile da raggiungere e, soprattutto, da mettere a reddito.

Agricoltura e turismo ma anche commercio. Su questo ultimo tema ci si aspetta a giorni il piano di rilancio del centro storico e di sussidio ai commercianti promesso da Paolo Manzi.

Speriamo che questo primo fiore di primavera possa segnare una svolta alla stagione estiva in attesa dell’ok alla seconda edizione dell’Air Show che quest’anno, a quanto si dice, sarà ancora più spettacolare e ricca di eventi rispetto alla prima edizione.

Virginia Romeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *