Morte Aurora: gli investigatori ascoltano i familiari e gli amici della diciassettenne di Montefiascone

Proseguono le indagini dei Carabinieri coordinati dalla Procura di Viterbo

MONTEFIASCONE – Sono stati ascoltati dai carabinieri della Compagnia di Montefiascone familiari e amici di Aurora Grazini, la 16enne trovata morta ieri mattina dai genitori nel suo letto dopo che il giorno prima, dopo alcuni accertamenti era stata dimessa dall’ospedale di Viterbo. Secondo quanto si apprende, il papa’ e la mamma della ragazza, una volta a casa di ritorno dall’ospedale, avrebbero trascorso con lei la notte controllandola proprio per il malore accusato e che l’aveva spinta ad andare in ospedale. In particolare, verso le 6 del mattino, Aurora avrebbe chiesto alla mamma di prepararle una tisana. Al ritorno della donna l’adolescente era gia’ morta.

La 17enne, che aveva avuto l’influenza la scorsa settimana, era tornata a scuola martedi’ scorso, ma si sentiva debole e lentamente le sue condizioni di salute sono peggiorate.

A debilitarla, secondo quanto filtra da ambienti vicini alla giovane, una pesante influenza intestinale che le avrebbe fatto perdere oltre 10 chili in 20 giorni.
Nelle prossime ore verranno sentiti anche i medici che hanno preso in carico la 16enne in ospedale. L’indagine sulla morte della ragazza e’ coordinata dal procuratore di Viterbo Paolo Auriemma e dal pm Eliana Dolce. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *