Chef a casa nostra – Festeggiamo la Santa Pasqua col Casatiello, ce lo presenta Claudio Favale (video-ricetta)

E’ lui che ogni anno apre l’evento “Risate&Risotti”, da Orvieto, tappe in tutta Italia 

 

ROMA – E’ lo chef Claudio Favale, volto noto dell’edizione 2018/ 19 de La Prova del Cuoco, docente e scrittore di libri, di origine salentine, ma a Roma dall’età di 16 anni, a presentarci oggi il piatto simbolo della Pasqua napoletana: il casatiello.

La passione per la cucina e pasticceria si impossessano ben presto di lui “un bravo cuoco, deve saper fare bene anche i dolci per essere completo” pensava Claudio, che si specializza anche su quelli.

La sua crescita professionale passa per rinomati locali romani: Corsetti, Hotel Parco dei Principi, Roscioli, dove entra a far parte della brigata “sicuramente il ristorante che mi ha formato di più – afferma Favale – ho avuto la fortuna di entrarci con un ruolo importante, chef di primo livello, accanto all’executive Nabil Hadj Hassen“.

Poi “La Veranda” dell’Hotel Columbus, uno dei luoghi de “La Grande Bellezza”, dove rimane sette anni, fino ad oggi, al Simposio dell’enoteca Costantini, il ristorante che volge gli occhi al “Palazzaccio” di piazza Cavour, dove è attualmente executive chef.

Favale è inoltre lo chef che ogni anno, per dieci anni e più, ha partecipato all’evento “Risate&Risotti”, ideato dall’orvietano Luca Puzzuoli, con appuntamenti gastronomici in  giro per tutta Italia.

Cucina tradizionale italiana, con maniacale attenzione nella ricerca delle materie prime e metodi di cottura light sono le caratteristiche dei suoi piatti “non faccio soffritti e uso solo olii infusi per evitare di scaldarli, non uso aglio fresco perché il mio piatto abbia un sapore delicato. Cerco di alleggerire i piatti, invece che aggiungere grassi”.

Oggi ci propone una ricetta della tradizione napoletana che celebra la resurrezione di Cristo:  il casatiello,  preparazione salata che nel periodo pasquale, non può mancare sui tavoli partenopei, ricercato e apprezzato in tutta Italia, con la ricetta di Favale, potrete ora realizzarlo in casa.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *