Regione Lazio – Davide Barillari cacciato dal Movimento 5 Stelle: “Non mi sono piegato alla sudditanza col PD”

ROMA – “Arrivata l’espulsione. Sono stato cacciato dal M5S dopo 10 anni di vero attivismo dal basso, oggi sono dichiarato ‘colpevole’ di essere rimasto coerente ai valori e alle promesse fatte ai cittadini, ‘colpevole’ di non essermi mai venduto al Partito Democratico”. Lo annuncia via twitter Davide Barillari, consigliere regionale nel Lazio.

L’espulsione di Barillari arriva mentre i probiviri M5S sono al lavoro per valutare le sanzioni da comminare ad altri ‘ribelli’ del Movimento, a partire dai morosi non in regola con le restituzioni. A rischio cartellino rosso sarebbe in queste ore non solo il senatore Mario Michele Giarrusso ma anche Dalila Nesci, volto storico del Movimento in Calabria, e Nicola Acunzo, l’attore ‘arruolato’ nel M5S attraverso i collegi uninominali.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *