Acquapendente – Lega: “Il sindaco Ghinassi la smetta di fare la vittima e risolva i problemi”

“Il nostro movimento sempre critico ma non offensivo. La delibera era sbagliata e l’ha corretta. Se ha problemi personali con Righini li risolva senza mettere in mezzo gli altri”

ACQUAPENDENTE – Riceviamo e pubblichiamo: Il coordinamento Lega Acquapendente prende le distanze dalla forma dell’articolo giornalistico uscito qualche giorno fa sulla testata Etruria News.

Noi alla redazione abbiamo inviato l’ordinanza , come abbiamo fatto altre volte. Come altre volte abbiamo scritto di nostro pugno gli articoli tutti pubblicati dalle testate giornalistiche con la dicitura “Riceviamo e Pubblichiamo”.

In tutti i nostri articoli mai state offese alle istituzioni pertanto ci scusiamo per l’equivoco creatosi. Ma le rammentiamo che il nostro intento era quello di dire che l’ordinanza gli è sfuggita di mano non era pensabile una cosa del genere per le piccole attività del centro storico favorendo le grosse metrature!!

Le rammentiamo che forse con il vittimismo sta cercando di far passare la Lega per un movimento maleducato e che solo perché il sig Righini ha commentato il suo articolo è nostro complice non ci stiamo.

Noi non abbiamo nessun accordo con nessuno perché non siamo né maggioranza né opposizione siamo solo dei cittadini e visto che non c’è una vera opposizione è giusto che altre voci si levano a tutela del territorio… come abbiamo fatto altre volte dagli appalti, alla manutenzione del paese a tutto ciò che vedevamo differente da lei !! Siamo contenti a metà che almeno ha modificato l’ordinanza aumentando di due ore anche se noi non la condividiamo perché per chi sbaglia ci sono gli organi preposti non ci può rimettere il commerciante che da anni a questa parte fatica a tenere aperta la sua bottega !

Tornando al Sig Righini e quindi alla Geotermia perché accusa la Lega?

La Lega non è mai stata in questi anni né al Governo locale, né alla Regione, né in provincia, ma ci sono state persone ideologicamente vicine a Lei e al partito che rappresenta …sicuramente saprà a chi rivolgersi per avere chiarimenti gli stessi che lei deve al popolo acquesiano.

Pertanto se qualcosa non le va bene chiami in causa i suoi amichetti di partito senza accusare gli altri di cose che non hanno e non avrebbero potuto comunque fare!!! Un saluto Sindaco questo tanto dovevamo per chiarire sia con lei e spiegare meglio ad i cittadini la situazione Geotermia.

 

La redazione risponde

Confermiamo tutto il nostro giudizio nei confronti di un sindaco incapace, impreparato e inadeguato (politicamente ovviamente). Se si è offeso perché abbiamo scritto il “sindaco butterato” ce ne dispiace ma è così che lo chiamano molti suoi concittadini.

Magari una volta terminato il mandato, visto la sua “statura” politica e l’aver desertificato Acquapendente, potrebbe darsi tranquillamente all’ippica o al cinema dove con quel volto potrebbe interpretare il pianista in un saloon di un film western con l’immancabile bottiglia di whisky a fianco. Come tutti i comunisti che si rispettano, quando non si hanno più argomentazioni si passa alla FASE 2, fare la vittima ma anche in questo caso i proverbi napoletani sono profetici: “chiagne e fotte” (leggi).

Buona festa della Repubblica sindaco, si rilassi e faccia riaprire l’ospedale che i suoi compagnucci hanno chiuso preferendo regalare 40 posti letto alla clinica Santa Teresa invece che riaprire un reparto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *