Ugl Sanità: “Infermieri a 5 euro l’ora è un’ indecenza”

“Non si può svilire la professionalità di una categoria, quella degli infermieri, con proposte che vanno ben oltre l’indecente. E’ di oggi la notizia di agenzia che racconta di offerte di 5 euro l’ora per misurare la temperatura all’ingresso di spiagge, lidi privati, parchi tematici in ossequio alle regole stabilite per combattere il Covid-19. Siamo ben al di sotto di una proposta dignitosa.

E’ chiaro come nel sistema di offerta e richiesta il meccanismo stia ormai impazzendo favorendo così l’utilizzo di forme precarie di lavoro”. Gianluca Giuliano, Segretario della UGL Sanità commenta così quanto rilanciato dall’agenza Adnkronos. “Le assunzioni all’interno del SSN – prosegue il sindacalista – sono ferme o vanno a rilento e le famose graduatorie generate dai concorsi effettuati scorrono a singhiozzo nonostante l’Italia abbia assoluto bisogno di tante figure professionali, tra cui gli infermieri. Così chi non trova collocazione stabile nel mondo del
lavoro cerca alternative, anche temporanee, per sopravvivere. Ma non può essere umiliato da
offerte come quella raccontata dalla Adnkronos. La UGL Sanità denuncia da tempo la precarietà ampiamente diffusa su scala nazionale. Proseguiremo quindi a combattere perché vengano proposte offerte di lavoro dignitose, che non svalutino le professionalità degli operatori della sanità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *