Omicidio Colleferro – Il fighter Sakara: “Mi ribolle il sangue per quello che è successo, il vero guerriero è Willy”

Dopo il brutale omicidio di Willy Monteiro a Colleferro la stampa e l’opinione pubblica hanno puntato il dito contro la MMA, lo sport praticato da due dei presunti assassini del ragazzo.
Sport che mischia elementi di discipline differenti, tra cui lotta, wrestling e boxe tailandese, Alessio Sakara, il fighter di MMA più popolare al mondo ed in Italia, ora  nella federazione statunitense Bellator MMA, parla di quanto accaduto:
Ci sono delle regole e i bravi maestri devono farle rispettare ai propri allievi. Quelli che non le rispettano vanno cacciati. Un bravo maestro sa indirizzare i ragazzi e riconoscere i suoi allievi“. In riferimento all’ omicidio del giovane Willy ha commentato: “Questi sono delle mele marce della società, dei pusillanim, L’ Mma non è lo sport violento e orribile che stanno raccontando alcuni giornalisti  dopo il fatto di Colleferro, le Arti Marziali miste sono uno sport che fondato su valori e principi come il rispetto e l’onestà, impegno, sacrificio, umiltà, voglia di imparare, costanza e passione.- Continuerò la mia battaglia per cancellare dei cliché che riducono questo sport a un banale atto di violenza.

Chi pratica questa disciplina ha tutto, tranne voglia di fare a pugni per strada, lo facciamo tutti i giorni con ore di allenamento e la sera siamo stanchi. Non dite che abbiamo voglia di menare, io che combatto da tanti anni  non ho mali litigato per strada e  porto avanti una campagna antibullismo nelle scuole.

Mi ribolle il sangue per quello che è successo, il vero guerriero è Willy,  colui che ha difeso chi era in difficoltà. Il mio abbraccio più forte e sincero va alla sua famiglia. Vi sono vicino”.

“Qualsiasi disciplina marziale migliora gli essere umani e insegna ad aiutare, difendere e proteggere i più deboli. Nella comunità degli atleti degli sport di combattimento/arti marziali, forse anche più che nella società civile, chiunque sfrutti le sue capacità fisiche e le sue tecniche marziali per far del male a una persona più debole viene considerato un grande vigliacco e un gran farabutto“. Così il Il presidente della Figmma, (Federazione italiana grappling mixed martial arts),Saverio Longo, sul sito della federazione dopo l’uccisione di Willy Monteiro Duarte.

b.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *