Come lavare i capelli senza rovinarli

Una buona hair care routine prevede capelli sempre puliti e impeccabili e un’azione efficace e delicata anche sulle chiome più fragili.
Per il miglior risultato possibile è bene capire quali sono le esigenze dei propri capelli, i trattamenti giusti con cui averne cura e quanto spesso e come lavarli perché siano sempre puliti, morbidi e luminosi, contribuendo alla bellezza di ciascuno.
Vento, sole, salsedine, cloro, sbalzi di temperatura, trattamenti aggressivi, sudore e phon sono i fattori che con il tempo rovinano i capelli rendendoli più fragili, secchi e delicati.
Una buona detersione è fondamentale per una pulizia profonda e accurata del cuoio capelluto che prevenga l’insorgenza di irritazioni, forfora e sensazione di prurito finendo progressivamente con il compromettere la lucentezza e la salute dei capelli.

Prendersi cura dei capelli
Prendersi cura dei propri capelli ogni giorno è il primo passo essenziale per averli sempre in ordine.
Per una detersione corretta è importante capire qual è lo shampoo migliore da utilizzare e come procedere nel lavaggio.
Ciascuno ha esigenze diverse e prima di scegliere un prodotto mirato a rispondere alle proprie necessità si deve capire che tipo di capelli bisogna trattare.
Secchi, grassi, fragili, delicati, sfibrati, spenti: a ciascun problema la sua soluzione.
La detersione perfetta, oltre a rimuovere lo sporco, non provoca alterazioni al cuoio capelluto, rispetta il film idrolipidico dei capelli favorendone protezione e idratazione prolungate e lava nel rispetto delle esigenze specifiche individuali, senza mai risultare troppo aggressiva.
Per i capelli più delicati è essenziale scegliere prodotti purificanti leggeri e rispettosi del ph cutaneo. Un buono shampoo per capelli delicati è la soluzione migliore per lavaggi frequenti e risultati apprezzabili.

Con quale frequenza lavare i capelli?
Dopo aver selezionato lo shampoo giusto per le proprie esigenze si passa al lavaggio.
Ogni quanto è bene effettuarlo?
La frequenza perfetta è determinata in primo luogo dal tipo di capello.
Capelli lisci e sottili tendono a sporcarsi con più facilità perché il sebo naturalmente prodotto dal cuoio capelluto li ricopre in modo più rapido.
Lo stesso avviene per i capelli grassi, spesso resi unti e lucidi dal sebo.
In questi due casi specifici il lavaggio potrebbe essere anche quotidiano, o a giorni alterni, sempre però con un prodotto delicato e adatto allo scopo.
Se ci si trova a confrontarsi con capelli mossi o ricci si noterà che il sebo impiega più tempo a ricoprire tutte le ciocche. Non servono lavaggi troppo frequenti per evitare secchezza e basta una buona pulizia ogni 2-3 giorni.
I capelli tinti meritano un discorso a parte.
In questo caso troppi lavaggi tendono a scolorire la tinta ed è importante utilizzare prodotti specifici che mantengano il colore brillante più a lungo.

Come lavare i capelli
Ogni lavaggio inizia dal cuoio capelluto, dove si accumula sporco e sebo in eccesso.
Va massaggiata delicatamente con i polpastrelli una piccola quantità di shampoo sulla pelle, facendo attenzione a raggiungere ogni punto della testa.
A seguire, lo shampoo verrà distribuito anche sulla lunghezza massaggiando ogni singola ciocca.
La temperatura dell’acqua dovrebbe essere di circa 38° per non rischiare di increspare i capelli e non irritare la cute.
Una volta finito il lavaggio i capelli andrebbero tamponati e non strofinati con un asciugamano in modo leggero.
Per l’asciugatura non si devono impostare temperature troppo alte e il getto d’aria dovrebbe essere tenuto a una certa distanza dai capelli per non seccarli troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *