Polfer Lazio: arrestato un uomo e ritrovato dodicenne che si era allontanato da casa

ROMA – 1^ persona arrestata, 2 persone indagate e 1.358 persone controllate; 153 le unità impiegate nelle attività di controllo nelle stazioni ferroviarie; 85 le stazioni presenziate, 1 contravvenzione amministrativa elevata.
Questo è il risultato delle attività compiute nella giornata del 10 dicembre 2020 dagli agenti del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio, nell’ambito dell’azione di controllo straordinario disposta dal Servizio di Polizia Ferroviaria su scala nazionale denominata “RAIL SAFE DAY”: operazione che attiva controlli straordinari presso le stazioni o le aree ferroviarie finalizzati a prevenire e contrastare comportamenti impropri e anomali e l’indebita presenza sulla sede ferroviaria, spesso causa di incidenti.
In particolare gli agenti della Polizia Ferroviaria di Cassino hanno arrestato un quarantenne rumeno, perché colpito da un ordine di cattura per reati contro la persona.
I poliziotti, durante il servizio di vigilanza a bordo di un treno Intercity-notte, nei pressi della Stazione FS di Villa San Giovanni, hanno identificato l’uomo che dal controllo in banca dati, oltre a vari precedenti, aveva in atto un ordine di carcerazione.
L’arrestato, dopo gli accertamenti, è stato condotto presso la Casa di reclusione di Paola.
A lieto fine invece la vicenda che vede coinvolto un bambino di 12 anni rintracciato dagli agenti della Polizia Ferroviaria di Fiumicino mentre si aggirava solo nella stazione di Maccarese.
Il dodicenne residente nella Capitale si era allontanato dalla propria abitazione all’insaputa dei genitori. I poliziotti, dopo aver conquistato la fiducia del giovane, restio in un primo momento a dare indicazioni circa la propria identità, sono riusciti a prendere contatti con la madre a cui poi è stato affidato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *