Civitavecchia – Astorre (Pd): “La piscicoltura ala Frasca sarebbe devastante”

CIVITAVECCHIA – “Al momento è In corso al Comune di Civitavecchia l’iter per la messa in esercizio di un maxi impianto per l’allevamento ittico galleggiante, che si estenderebbe su un’area marina di ben 150 ettari.

Le sue conseguenze sarebbero devastanti per l’ambiente e il territorio. I ministri intervengano per impedirne la realizzazione”. E’ quanto chiede il senatore del Partito democratico, Bruno Astorre, in un’interrogazione ai ministri dell’Ambiente, tutela del territorio e del mare, e delle Infrastrutture e trasporti.

“Allo stato attuale – spiega il senatore dem – sull’iter amministrativo pende già un ricorso dinanzi al Presidente della Repubblica. L’impianto, poi, inciderebbe negativamente sull’aspetto ambientale e paesaggistico, anche a causa dell’eccessiva vicinanza alla zona speciale di conservazione (ZSC) di interesse comunitario”.

Pertanto, si legge nell’interrogazione, si chiede ai Ministri “se e come intendano intervenire, per quanto di rispettiva competenza, al fine di impedirne la realizzazione e messa in esercizio, alla luce degli evidenti impatti che tale opera recherebbe sul territorio, nonché sulla valenza sociale che l’intero specchio d’acqua interessato dalla concessione riveste per le popolazioni locali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *