Civitavecchia – Attig (La Svolta): “Lettera dell’ex presidente CSP Carbone, duro atto d’accusa a Tedesco”

Lettera esplosiva di Antonio Carbone a sindaco e maggioranza, adesso è più chiaro l’obiettivo che si voleva raggiungere (scarica qui la lettera)

CIVITAVECCHIA – Riceviamo e pubblichiamo: La lettera dell’ex Presidente della CSP Antonio Carbone, che questa mattina è arrivata a tutti i consiglieri, è la prova della correttezza di quanto stavo asserendo in Consiglio Comunale, prima di essere vergognosamente tacitata dal Sindaco e dalla Presidente Mari.

È del tutto evidente che non sono certo io a voler difendere Carbone, con il quale vi erano divergenze di vedute.

Quanto da lui affermato nella nota fa capire molto bene che il sindaco ha provveduto al suo defenestramento solo ed esclusivamente per portare a compimento quanto da noi scongiurato fin dall’inizio e, proprio per questo, è stata, di fatto, posta all’opposizione dopo l’approvazione della delibera 78, senza alcuna motivazione politica, senza una reale causa. A questo punto è a tutti evidente il disegno di privatizzare alcuni appetibili servizi della municipalizzata, proposito che La Svolta e Fratelli d’Italia hanno da sempre contrastato, non condividendolo.

Fabiana Attig

L’ennesimo balletto delle poltrone nella partecipata probabilmente servirà a questo.

La nota dell’ex Presidente non lascia margine ad interpretazioni diverse: dalla sua nota, infatti, traspare con chiarezza la volontà del socio unico di spacchettare alcuni servizi con il pretesto della inadeguatezza della società e per fare ciò serviva un capro espiatorio.

Ma allora perché il sindaco non si assume la responsabilità di ritornare in Consiglio Comunale e dire chiaramente quale vero indirizzo l’attuale maggioranza ha per Csp?

Ogni giorno ci troviamo di fronte a scelte contraddittorie, poco rappresentative della realtà che ci viene propinata da parte di un sindaco “forse” poco informato o “forse” troppo inadeguato.

Di ciò abbiamo oggi una clamorosa conferma, visto quanto messo nero su bianco anche dall’ex Presidente di Csp Antonio Carbone.

Ora capisco perfettamente il gesto stizzoso da parte del sindaco nel farmi spegnere il microfono e per non farmi raccontare una triste verità. Forse, sindaco, aveva ragione: l’argomento CSP non può essere da articolo 25; forse dopo la denuncia di Carbone se ne dovranno occupare organismi più attenti e puntuali di noi…!

 

Lettera Sindaco e Consiglio Carbone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *