Viterbo – Pratogiardino: conclusi i primi lavori di restyling

Tra le migliorie, breccino bianco lungo i viali, terra battuta e nuovo impianto fognario
L’assessore Contardo: “Entro il prossimo dicembre la conclusione di tutti gli altri lavori previsti”

VITERBO – Pratogiardino, conclusi i primi interventi di riqualificazione e manutenzione straordinaria all’interno della villa comunale. Breccino bianco lungo i viali, terra battuta nei controviali e un nuovo impianto fognario. A breve nuovi interventi, tra cui la realizzazione di una palestra all’aperto, la bordatura delle aiuole, la collocazione di panchine in peperino e il completamento dell’impianto di irrigazione. Ne hanno parlato questa mattina, direttamente sul posto, il sindaco Giovanni Maria Arena e l’assessore al verde pubblico Enrico Maria Contardo insieme all’architetto Raffaele Ascenzi, ideatore del progetto e Vincenzo Fiorillo, responsabile della ditta che ha realizzato i lavori, autorizzati e approvati dalla Soprintendenza.

“Riportare Pratogiardino all’antico splendore era nel mio programma di mandato – ha sottolineato il sindaco Arena -. Dopo questo primo step siamo a metà dell’opera. Entro il prossimo dicembre saranno realizzati tutti gli altri interventi. Ringrazio l’architetto Ascenzi che ha seguito tutto l’aspetto artistico del progetto, che ha cercato, riuscendoci, sempre in accordo con la Soprintendenza, di ricostruire il disegno originario di Pratogiardino. Ringrazio la ditta Fiorillo, che è intervenuta con grande meticolosità e attenzione. Un ringraziamento agli uffici, al dirigente dell’VIII settore Monaco e al caposervizio Fanti, che con grande scrupolosità hanno seguito la parte amministrativa e burocratica. Anche da parte dei cittadini c’è stata subito una grande attenzione, un luogo molto amato che tutti volevano tornasse come era un tempo. I lavori non sono ancora terminati – ha precisato e ribadito il sindaco Arena – ma già da oggi, famiglie, nonni e nipoti, adulti e bambini possono tornare a frequentare Pratogiardino. Possono farlo in sicurezza, anche grazie alla presenza e alla vigilanza del personale Adivo. Basta con il degrado e la trascuratezza.
Una promessa mantenuta e un atto d’amore verso la città di Viterbo, di cui siamo molto soddisfatti. Il nostro impegno ora sarà quello di mantenere questo luogo in perfetto stato, attraverso una manutenzione ordinaria, puntuale e costante”.

“Abbiamo trovato un impianto fognario davvero disastrato – ha spiegato l’assessore Contardo – sono stati sistemati tutti i condotti sotterranei, puliti tutti i pozzetti. Interventi che non venivano effettuati da tanti decenni. Abbiamo osservato e rispettato le indicazioni fornite dalla Soprintendenza, in particolar modo sulla scelta del brecciolino. Il brecciolino – lo voglio precisare – si deve ancora compattare e assestare, presto non ci sporcherà più le scarpe di bianco, così come le ruote di passeggini e carrozzine si muoveranno più agevolmente. Come abbiamo già detto, questa è solo una prima fase dei progetti di Raffaele Ascenzi previsti per Pratogiardino. Abbiamo già approvato e inserito nel piano triennale dell’annualità 2021 un ulteriore intervento che prevede, tra le altre cose, il rifacimento di tutta la bordatura delle aiuole, così come erano in passato. A breve partiranno i lavori per la realizzazione della palestra all’aperto, che troverà collocazione vicino alla pista di pattinaggio. Questo sarà il prossimo intervento. Una palestra completa con attrezzi. Subito dopo si andrà a completare l’impianto di irrigazione. All’inizio dell’autunno partiranno tutti gli altri lavori, compresi gli interventi al patrimonio arboreo.
Ad addentrarsi su dati e numeri è stato l’architetto Ascenzi che, tra le varie informazioni fornite, ha parlato dell’estensione complessiva del parco: “Quattro ettari e mezzo di parco, tra verde, viali, controviali e piazzali – ha aggiunto Raffaele Ascenzi -. Un’estensione notevole, equamente distribuita: quasi due ettari di verde e due ettari e mezzo di camminamento e percorsi”.
“È stata molto complessa la fase che ha riguardato gli interventi alla rete fognaria, ovviamente interrata, coperta da lastre di peperino – ha spiegato Vincenzo Fiorillo -. La squadra ha comunque funzionato. Abbiamo lavorato bene. Tutti noi siamo molto legati a questo bellissimo parco”.

A proposito di impianto fognario, il sindaco ha infine precisato un dettaglio: “L’intervento alla rete fognaria ha permesso di risolvere inoltre il problema che si verificava puntualmente all’ingresso secondario del parco, in occasione di forti piogge. Non vedremo più quella massa di acqua discendere dalle scale di via della Palazzina e riversarsi sulla strada, causando pericolo per auto e pedoni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *