Concorsopoli Allumiere – Nel mirino degli inquirenti le posizioni delle sorelle Sgamma, Maffei e Papini

Clamorose rivelazioni che alleggeriscono in parte la posizione di Mori. Ancora non ci sono indagati ma per alcuni “dipendenti” la vicenda si sta complicando

ALLUMIERE – Si aggrava anche la posizione del sindaco Antonio Pasquini in relazione all’inchiesta che due Procure distinte, Roma e Civitavecchia, stanno portando avanti ormai da giorni.

I carabinieri, su mandato del capo della Procura Vardaro, hanno posto sotto sequestro anche i documenti relativi ai concorsi espletati precedentemente dal Comune di Allumiere.

Il “papocchio” o se vogliamo definirla “genesi” del grande disastro compiuto in questo Comune ha inizio nei primi giorni di dicembre del 2019.

E’ il 2 dicembre, per l’esattezza, quando la funzionaria precaria del Comune di Allumiere, Emanuela Sgamma, firma la Determina con affidamento diretto, alla Società Studio Staff, per svolgere le famose sessioni di preselezione per il concorsone.

 

doc01160620210408171224

 

Nel primo concorso, ma siamo solo davanti ad una pura coincidenza, a vincere ed essere assunta a tempo indeterminato cat. D1 è proprio lei, Emanuela Sgamma.

La sorella Chiara, piazzatasi poco dopo, è stata assunta invece dalla Regione Lazio, dove si occupa del trattamento economico dei consiglieri regionali.

La segretaria del sindaco Antonio Pasquini, Simona Papini, dopo una lunga serie di contratti di collaborazione nello staff del primo cittadino, finalmente, vince il concorso da geometra e viene assunta a tempo indeterminato dall’Amministrazione.

La procura di Civitavecchia ha quindi posto sotto sequestro i faldoni dei concorsi per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di 2 “istruttori tecnici geometra” e per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di 2 “istruttori direttivi amministrativi contabili” per verificarne la regolarità.

Dubbi e sospetti anche su questi bandi che vedono, tra i vincitori, persone legate all’amministrazione del piccolo comune sui monti della Tolfa.

Nel concorso per reclutare i due geometri, come detto, figura tra i vincitori la storica collaboratrice di Pasquini.

La sig.ra Simona Papini, con il Decreto n. 30 del 4 agosto 2017, subito dopo le elezioni, è stata assunta a tempo determinato per svolgere funzione di stretta collaborazione del sindaco.

 

decreto_n._30

 

decreto_n._27_PAPINI_S

 

Durata dell’incarico fino alla fine del mandato sindacale. La signora Papini, però, ha pensato bene di mettere al sicuro il suo posto di lavoro vincendo il concorso nel Comune dove già prestava la sua preziosa attività lavorativa alle dipendenze di Pasquini.

 

Verbale vincitori Geometri

 

Il bando per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di 2 “istruttori tecnici geometra” è sicuramente meno “chiacchierato” di quello della famosa “graduatoria dei miracoli”, ma anche in questo non mancano motivi di riflessione per chi sta svolgendo l’attività investigativa.

Dietro l’ex segretaria del sindaco Pasquini, infatti, troviamo due non vincitori idonei che sono stati pescati subito (negli stessi giorni in cui chiudevano le graduatorie di Allumiere) dal Comune di Ladispoli e, guarda caso, anche i due geometri chiamati dal sindaco Grando sono in qualche modo “legati” all’amministrazione che li ha reclutati: soprattutto Alessandro Troiani, già dipendente del comune di Ladispoli.

Nel concorso per reclutare due funzionari di categoria D arriviamo a livelli di assurdità senza precedenti.

Prima classificata Maura Maffei (che abita nello stesso palazzo della Papini) con un passato “importante” nel piccolo comune di Allumiere. La Maffei, alcuni anni fa, è stata nominata quale componente esperto esterno del Nucleo di Valutazione.

Ricordiamo che, nello specifico, l’OIV si occupa di valutare e misurare la performance degli enti pubblici sia a livello di organizzazione sia a livello individuale (operato dei dirigenti e del personale responsabile).

 

delibera522013

 

Ma lo stretto legame della vincitrice del concorso con il comune di Allumiere non si ferma qui.

La Maffei, infatti, nel 2016 è stata nominata nella commissione per il concorso per un posto da vigile urbano nel comune di Allumiere. Da giudicante, poi, è passata ad essere giudicata.

 

commissione VIGILE Allumiere

 

Maura Maffei è un altra militante storica del Partito Democratico delegata nella scorsa legislatura dal sindaco Battilocchio oltre ad essere la cugina di Francesca Cardinali anche lei vincitrice di concorso.

Le due donne sono legate allo storico assessore del PD Aldo Frezza, nonno di Francesca Cardinali e zio di Maura Maffei.

 

Verbale_n._4 (1)

 

Molto più intrigante per gli inquirenti è quanto avvenuto con la funzionaria Emanuela Sgamma, che ha firmato la discussa Determinazione dirigenziale per l’affidamento alla società Studio Staff del servizio di supporto nella gestione dei concorsi.

La sorella Chiara è risultata idonea ed è stata poi “pescata” nella Determina regionale della Win For Life per un posto, vita natural durante, al Consiglio regionale.

Si occupa delle prebende di quei cattivoni dei consiglieri regionali che vorrebbero annullare le regolarissime procedure concorsuali del comune di Allumiere.

© Riproduzione Riservata
Contatta la redazione