Viterbo – Il 4 giugno messa in ricordo di Mario Brutti, rappresentante del Fuci

Scomparso il 4 dicembre dopo aver contratto il covid, collaborò con Bachelet all’ Azione cattolica

VITERBO – Una messa in memoria di Mario Brutti. Su iniziativa della Presidenza nazionale della Federazione Universitaria Cattolica Italiana e della Fondazione Fuci – di cui Brutti era stato presidente – verrà celebrata venerdì 4 giugno alle ore 17 nella Cattedrale di Viterbo una celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo mons. Lino Fumagalli.

Vi prenderanno parte anche rappresentanti dell’Azione Cattolica nazionale e diocesana. La famiglia Brutti invita ad essere presente chiunque abbia il desiderio di pregare nel ricordo del loro congiunto.

Mario Brutti è morto lo scorso 4 dicembre a causa di complicazioni legate al Covid19. In gioventù fu attivo nel gruppo Fuci viterbese insieme al futuro vescovo Dante Bernini. Gli impegni professionali lo portarono a Roma dove collaborò con Vittorio Bachelet, sia in Università che in Azione Cattolica Italiana.
Svolse importanti incarichi professionali al CENSIS e poi al CNEL. A Viterbo, negli anni ’90, entrò nel Consiglio della Cassa di Risparmio, poi della Fondazione CARIVIT di cui divenne presidente nel 2013. Negli ultimi anni è stato membro della redazione della rivista culturale dell’Azione Cattolica “Dialoghi” e dell’istituto Bachelet e – come detto – Presidente della Fondazione Fuci.

Gruppo MEIC “Lo Studiolo” – Viterbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *