Bracciano – Tentata estorsione, spaccio e porto illegale d’arma da fuoco. Scattano le manette per 5 persone

BRACCIANO – Erano stati esplosi dei colpi di fucile contro un’auto parcheggiata in strada tra il Comune di Roma e quello di Anguillara Sabazia.

E da qui erano scattate le indagini da parte dei Carabinieri che hanno portato oggi all’arresto di 5 persone, a Bracciano.

A dare esecuzione al provvedimento emesso dal gip del tribunale di Roma su richiesta della locale Procura della Repubblica, i Carabinieri di Bracciano.

I cinque dovranno rispondere a vario titolo di tentata estorsione, spaccio si sostanze stupefacenti e porto illegale di arma da fuoco.

Il provvedimento nasce, appunto, da un episodio avvenuto la sera dell’8 marzo 2019 quando furono esplosi due colpi di fucile contro una macchina in uso a uno dei 5 finiti oggi in manette e parcheggiata in strada tra il Comune di Roma e quello di Anguillara Sabazia.

Dai bossoli trovati nel corso del sopralluogo i carabinieri sono saliti al tipo di arma usata, mentre le immagini di un sistema di videosorveglianza hanno permesso di ricostruzione la dinamica e da lì il movente estorsivo, riconducibile a un debito della vittima, inserita con altri indagati in un traffico di sostanze stupefacenti.

Tre dei 5 arrestati sono accusati a vario titolo di essere i mandanti e materiali esecutori dell’atto intimidatorio e tutti e 5 per produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti psicotrope.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *