Capranica – Bilancio comunale, “A testa alta”: “Aumento di 240 euro a persona, per quale motivo?”

Capranica – Approvato ieri sera in consiglio comunale il bilancio di previsione 2021, le entrate che il comune dovrà incassare e le spese che si prevede dovrà sostenere.
A rimpinguare le casse comunali ci penseranno come sempre i cittadini e a farlo presente è Antonio Rizzello dell’ associazione “A testa alta”
Nel 2013 i capranichesi pagavano 280 euro pro capite di tributi, nel 2020 siamo arrivati a 520, un aumento dell’ 80 per cento.
I servizi forniti dal comune sono talmente migliorati da giustificare un tale aumento? Investimenti per la Green economy e innovazione tecnologica? Ci risultano pari a zero. Sostegno alle attività produttive, commercio e artigianato cittadino, ossatura dell’ economia locale? Per loro è andata meglio, 2 euro di investimento lo scorso anno ed un euro quest’anno”.
Ad avere la meglio è sicuramente il settore turistico: i meravigliosi borghi della Tuscia, le bellezze artistiche, la Francigena che la attraversa. Lo stanziamento del Comune di Capranica per rilanciare l’ economia turistica è pari a tre euro a cittadino.
E’ vero che lo Stato ha ridotto i trasferimenti pubblici ai comuni, ma parliamo di un taglio di 90 euro, a fronte di un aumento di 240 euro. Noi di “A testa alta” e i cittadini vorremmo capire il motivo, a cosa sono serviti questi soldi in più? Come verranno spesi?”, conclude Antonio Rizzello.

B.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *