Capodimonte – Il sindaco leghista Antonio De Rossi (Lega) ai titoli di coda, oggi la sfiducia

Pezzi della maggioranza con l’opposizione andranno dal notaio per firmare le dimissioni di massa e farlo decadere

CAPODIMONTE – La giornata di oggi dovrebbe essere l’ultima da sindaco per il leghista Antonio De Rossi. Consiglieri di maggioranza, insieme a quelli d’opposizione, andranno dal notaio per registrare le proprie dimissioni e far decadere l’amministrazione a guida Lega.

Le ragioni di questa crisi sono molte e profonde. Soprattutto l’atteggiamento poco ortodosso del sindaco De Rossi avrebbe definitivamente compromesso i rapporti con i gruppi della stessa maggioranza, in particolare con Fratelli d’Italia.

Crisi acuitasi nel maggio scorso quando il sindaco silurò il suo vice Evangelisti nominando al suo posto il consigliere Scipio.

In corso gli ultimi tentativi per far desistere i consiglieri dal loro intento. Firmare oggi e non essendo stata fissata la data delle prossime elezioni, offrirà la possibilità ai “ribelli” di riportare tutti al voto già ad ottobre.

Tutto questo mentre a Montefiascone ha fatto discutere l’iniziativa, non smentita dalla Lega, di presunti accordi con il Partito Democratico.

Il sindaco Antonio De Rossi qualche settimana fa protagonista di un incidente di “caccia”. Qualcuno, ancora non si è capito se per errore o volutamente, aveva sparato con un fucile da caccia all’elicottero dove a bordo si trovava il primo cittadino.

Nelle prossime ore vi aggiorneremo dell’evolversi di questa crisi politica nel comune che si affaccia sul lago di Bolsena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *