Concorsopoli Allumiere – Pasquini in confusione non ne azzecca una. Ecco gli ultimi atti affidati alla “fedele” Sgamma

La decisione sulla valutazione della legittimità degli atti concorsuali assegnata al responsabile del personale, Emanuela Sgamma, che 18 mesi fa aveva affidato alla Studio Staff l’incarico per lo svolgimento delle prove (e poi vinto il concorso da funzionario). Verrà affiancata dall’avvocato Caputo che nel passato ha svolto consulenze per il ras delle cooperative, Salvatore Buzzi (domani l’intervista)

ALLUMIERE – Dopo il clamoroso colpo di scena che ha portato la responsabile dell’Ufficio Risorse Umane del comune di Allumiere a “sospendere gli effetti della graduatoria finale del ‘Concorso pubblico per esami per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di n. 5 Istruttori Amministrativi – Cat. C1, CCNL Funzioni Locali, con riserva di n. 1 posto al personale interno dell’Ente’, approvata con determinazione del III settore n. 168 del 14/12/2020, e la concessione in scorrimento ad altri enti che ne facciano richiesta”, si apre, nel piccolo comune sui monti della Tolfa, la strada della “verifica della legittimità degli atti adottati dalla commissione di concorso per l’approvazione della graduatoria finale”.

Con conseguenze che potrebbero (e dovrebbero) portare all’annullamento dell’intera procedura.

Ci sono, però, alcuni punti da chiarire sull’intera vicenda, anche perché sembra che le idee all’interno del comune di Allumiere siano un po’ confuse. A cominciare dal sindaco Antonio Pasquini (indagato) e della nuova responsabile delle Risorse Umane, Emanuela Sgamma (nella foto di Facebook con la sorella Chiara, anche lei dipendente pubblica).

Innanzitutto non è chiaro lo scopo della Determinazione dirigenziale n. 107 del 17/07/2021, sempre a firma della onnipresente Sgamma, avente oggetto: “Affidamento incarico all’Avv. Francesco A. Caputo per assistenza e supporto legale all’ufficio personale, per la procedura di verifica della legittimità degli atti adottati dalla commissione di ‘Concorso pubblico per esami per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di n. 5 Istruttori Amministrativi – Cat. C1’”.

Nello stesso atto, infatti, si ricorda che già in precedenza era stato conferito mandato all’avvocato Stefano Trippanera per l’elaborazione di un parere pro veritate, “attraverso il quale venivano evidenziati vizi di legittimità tali da far ritenere opportuno percorrere le procedure di annullamento in autotutela della graduatoria di concorso”.

Il parere pro veritate dell’avvocato Trippanera non lasciava spazio a dubbi ed ora appare singolare questo nuovo (è il terzo in pochissimo tempo) incarico ad un legale per dirimere una questione che pare, ogni giorno che passa, sempre più chiara.

Inoltre, da quello che si evince nell’atto, il parere dell’avvocato Caputo è da intendersi semplicemente come una consulenza (“intende avvalersi della consulenza”, così è scritto nella Determina), mentre la decisione sul merito della vicenda è assegnato al Responsabile dell’Ufficio del Personale. Infatti, la delibera di giunta del 7 luglio, presieduta da Pasquini, ha stabilito: “si indirizza il Responsabile dell’Ufficio Personale ad intraprendere un procedimento finalizzato a verificare la legittimità degli atti adottati dalla commissione di concorso, anche attraverso il necessario supporto logistico e professione che ritenesse più opportuno”.

Dalla lettura di questi atti, tutti datati luglio 2021, emerge la consueta confusione che regna nel piccolo centro guidato da Pasquini. Quando è stato chiesto il parere all’avvocato Stefano Trippanera il comune di Allumiere era in possesso di tutti i documenti riguardanti le procedure mentre, oggi, l’avvocato Caputo, dovrebbe svolgere la sua consulenza senza poter accedere ai documenti originali (o copia) riguardanti le prove concorsuali perché, secondo quanto dichiarato in più di un’occasione dal sindaco Pasquini, gli stessi non sono più in possesso del Comune perché sequestrati dall’autorità giudiziaria.

Delle due l’una: o la Sgamma giudicherà “ad occhio” senza avere lo straccio di un documento oppure gli stessi, in questi mesi, sono stati volutamente “occultati”.

E’ evidente, infatti, come più volte è stato riscontrato, che Pasquini non ha mai trasmesso gli atti in Commissione Trasparenza del Consiglio regionale e allo stesso Presidente Vincenzi, giustificando tale sua omissione con il fatto di non essere più in possesso degli atti perché sequestrati dall’autorità giudiziaria.

D’altronde non ci sono dubbi sul fatto che Antonio Pasquini incida ancora molto nella vicenda “Concorsopoli”.

E’ grazie ad un atto di Giunta da lui presieduta (e a un Decreto Sindacale da lui approvato) che è stato possibile assegnare ad Emanuela Sgamma la responsabilità del “procedimento finalizzato a verificare la legittimità degli atti adottati dalla commissione di concorso”.

In particolare parliamo della delibera di Giunta n. 70 del 02/07/2021con la quale si approva il nuovo modello organizzativo dell’ente con la ridistribuzione delle funzioni, inizialmente, affidate al Settore III e l’assegnazione della responsabilità dell’Ufficio Personale al Settore II, giusto Decreto Sindacale n. 10 del 02/07/2021”.

Il 2 luglio 2021, quindi, Antonio Pasquini (indagato con l’accusa di rivelazione di segreto d’ufficio, nell’ambito della procedura concorsuale nel comune di Allumiere), ha stravolto le funzioni attribuite agli uffici per assegnare ad Emanuela Sgamma la Responsabilità dell’ufficio del personale. Contribuendo ad instaurare l’ennesimo dubbio su tutta la vicenda riguardante “concorsopoli”.

La Sgamma, infatti, ha partecipato e vinto il concorso per funzionari (cat. D1) e nei mesi ha moltiplicato gli incarichi di Responsabilità nel comune di Allumiere. E, tanto per non farsi mancare nulla, dalla stessa procedura concorsuale da funzionario è risultata idonea la sorella che poi è stata assunta dal Consiglio regionale e sistemata nella gestione del “trattamento economico” dei consiglieri regionali. Ma, quello che più conta, è il fatto che la stessa Emanuela Sgamma ha avuto un ruolo determinante anche nella procedura che dovrebbe prendere in esame attraverso la verifica della legittimità degli atti adottati.

La Semper Fidelis Sgamma, infatti, nel 2019 aveva già provveduto, da dipendente a tempo determinato, tramite affidamento diretto, ad assegnare alla Studio Staff la gestione del tanto discusso concorso (in particolare le singolari quanto farlocche prove preselettive). Praticamente il buon Pasquini non ne azzecca una.

Ma non è tutto. Come detto la Responsabile del personale si avvarrà della consulenza dell’avvocato Francesco Antonio Caputo che risulta essere una vecchia conoscenza delle amministrazioni pubbliche. E non solo. Secondo un’informativa dei carabinieri del Ros che analizza i pagamenti fatti da Salvatore Buzzi, attraverso il Gruppo 29 giugno, dall’inizio di febbraio 2008 al gennaio 2014, l’avvocato Caputo, all’epoca consulente di vari comuni della provincia di Roma per gli appalti, risulta essere tra i beneficiari della cooperativa con circa 32 mila euro ricevuti dal ras delle cooperative. L’informativa dei Ros, proprio al riguardo, aggiunge, parlando di Caputo, “in particolare, Buzzi – in una conversazione intercettata – afferma: “i soldi li ha presi da noi sto str.. tutti ci trattano bene perché noi paghiamo tutti”. Parliamo di regolare consulenza con pagamenti “Tutti in chiaro”, come ha tenuto a precisare Buzzi nel corso del processo. Buzzi che intervisteremo e che ci spiegherà meglio chi è questo avvocato.

Infine giova ricordare che Allumiere ha la più alta percentuale d’Italia tra il numero di abitanti e dipendenti pubblici.

 

Concorsopoli Allumiere – Sospesi gli effetti della graduatoria finale. Concorso verso l’annullamento

12 Replies to “Concorsopoli Allumiere – Pasquini in confusione non ne azzecca una. Ecco gli ultimi atti affidati alla “fedele” Sgamma

  1. Questa pagliacciata quanto dovra’ durare ancora? Dato che con il parere fornito dall’avvocato.to Trippanera , in merito alla legittimita’ del concorso, sarebbero costretti ad annullare immediatamente il concorso, adesso si sono inventati di dare di nuovo, l’incarico a un loro amico , per cercare di annientare tutto cio’ che era stato confermato in precedenza , cosi’ da screditare l’Avv.to Trippanera. Cosa ancora piu’ assurda e’ che ad occuparsi della procedura per la verifica della legittimità degli atti adottati, sia proprio questa signora, evidentemente, molto potente, che e’ stata proprio tra le persone partecipanti e che sono state poi assunte, proprio con il famigerato concorso. Sono esterrefatta, in quanto e’ talmente tanto chiaro come sono andate le cose, che non ci sarebbe stato bisogno di prolungare cosi’ tanto la sceneggiata. Ormai è cosi’ evidente come si sono svolte le prove, che appare assurdo , constatare ancora che ci sono tentennamenti, riguardo l’annullamento ufficiale del concorso.

  2. Prima di commentare, informatevi bene….la “signora” non é stata assunta con questo concorso….la signora era già assunta da anni presso il Comune di Allumiere, a tempo indeterminato!!!
    Non é stata assunta con il famigerato concorso….

    1. Si informi bene lei. Era precaria ed è risultata vincitrice, guarda il caso, insieme alla sorella, del concorso bandito in parallelo con quello incriminato. A dire il vero non sappiamo se i carabinieri stiano controllando anche questo ma ci ha dato lo spunto per andare a verificarlo.

      1. Questa sua risposta mi dimostra quanto poco sia a conoscenza realmente dei fatti e che le sue intenzioni sono mosse solo da questioni personali. Si informi meglio…

        1. Lei si deve informare meglio, se vuole ci chiami così glielo spieghiamo bene in modo che intenda. Non conosciamo né teniamo a conoscere le sorelle Sgamma

          1. Se volete vi mando il contratto d’assunzione che risale al 01/01/2010 a tempo indeterminato! Per il me il concorso da D è stato un passaggio di categoria. E se proprio vogliamo dirla tutta il personale interno è esentato dalla prova preselettiva, che comunque in quel concorso no era prevista

      2. E sarebbe pure ora di fare un pò di chiarezza.
        Cara redazione come ha fatto la figlia di Regnani Angelo, funzionario del comue di allumiere, ha vincere il concorso pure lei ed essere assunta alla regione??? Possibile che non lo avete notato?
        Sicuramente per Caterina Regnani non vale tutto questo discorso, la sua è meritocrazia.

    2. Ma é vero…la Dott.ssa é assunta a tempo indeterminato da tanti anni….le sfugge che al paese sappiamo tutto di tutti!! Continuo a leggere questi articoli e ogni giorno mi convinco che si stanno dicendo un sacco di fesserie!!

      1. le fesserie le continuate a scrivere voi ma siamo sicuri che ne sarete chiamati anche a risponderne. Chissà che non si scopra dell’altro

  3. E sua sorella le risponderà nelle sedi molto più opportune!! Per ora le auguro una bella giornata a presto!

    1. Anche noi produrremo, nelle sedi più opportune, tutta la documentazione in nostro possesso. Ne può stare certa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *