Viterbo – Morte Fabrizio Bianchini: non fiori ma raccolta fondi per Belcolle

VITERBO – E’ il fratello Paolo Bianchini a dare l’ annuncio della decisione della famiglia di non chiedere fiori in occasione dell’ultimo saluto a Fabrizio, ma di avviare una raccolta fondi per l’acquisto di macchinari da destinare all’ ospedale cittadino Belcolle. Un Ecografo portatile wireless, per il posizionamento dei cateteri venosi e per l’esecuzione dei blocchi nervosi in sala operatoria, oltre ad una sonda per elettrocardiogramma endocavitario.
La piattaforma utilizzata è quella di gofundme, la cifra da raggiungere quella di 20mila euro. Proseguono le dimostrazioni di affetto nei confronti del giovane, prematuramente scomparso a Playa del Carmen, dove lavorava, per complicanze legate al Covid-19, lo stadio Olimpico e i tifosi della S.S. Lazio, sua squadra del cuore,  renderanno omaggio a Fabrizio sabato prima della partita Lazio – Spezia, mentre i suoi amici e la sua città lo attendono per l’ ultimo saluto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *