Codici: il Tar respinge il ricorso di Ryanair, no a costi extra per i posti destinati a minori e persone fragili

ROMA – Una vittoria per i consumatori, un punto importante in una vicenda avvilente. Così l’associazione Codici commenta la sentenza con cui il Tar del Lazio ha respinto il ricorso di Ryanair sul regolamento Enac del luglio scorso in merito all’assegnazione gratuita dei posti a sedere dei minori dai 2 ai 12 anni, dei disabili e delle persone con mobilità ridotta vicino a genitori e accompagnatori.

“Parliamo di sicurezza – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – non della scelta del posto più comodo, se lato finestrino o lontano dai motori. Quella che si è creata, con l’imposizione di costi extra per le prenotazioni, è una vicenda veramente spiacevole e bene ha fatto il Tar a ribadire, di fatto, quanto stabilito dall’Enac. Continueremo a vigilare sulle politiche dei vettori contrarie ai regolamenti Enac e alle direttive UE a tutela dei minori e dei passeggeri fragili, pronti ad intervenire per ottenere i rimborsi dei costi indebitamente sostenuti dai consumatori”.

“Il Regolamento CE n. 1107/2006 – spiega Stefano Gallotta, Responsabile Trasporti e Turismo di Codici – ha espressamente riconosciuto per i disabili il diritto a viaggiare in condizioni simili a quelle di tutti gli altri cittadini e per offrirgli questa possibilità è necessario che gli venga fornita la dovuta assistenza. Il Regolamento tecnico Enac del 16 luglio scorso richiama espressamente l’intervento comunitario e il Regolamento 965/2012, nella parte in cui prevede che ‘se un bambino viaggia con un adulto accompagnatore nella stessa classe, il bambino deve essere seduto nella stessa fila di sedili dell’accompagnatore’, garantendo l’inapplicabilità di costi aggiuntivi per l’assegnazione dei posti a tali categorie, minori e disabili o persone con mobilità ridotta. Pertanto, anche per evidenti ragioni di sicurezza del volo, che sono alla base del provvedimento, il Tar in sede cautelare ha confermato quanto stabilito da Enac e la previsione del diritto alla ripetizione delle somme versate alle compagnie aeree a titolo di supplemento sul prezzo del biglietto per l’assegnazione di posti contigui relativi a bambini di età compresa tra i 2 e i 12 anni e loro genitori o accompagnatore e ai disabili e loro accompagnatori, per i viaggi effettuati dall’entrata in vigore del provvedimento”.

I passeggeri che hanno avuto problemi con la prenotazione di un biglietto possono segnalarlo all’associazione Codici telefonando al numero 06.55.71.996 oppure scrivendo all’indirizzo email segreteria.sportello@codici.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *