Tarquinia – Teatro Rossella Falk gremito per l’esordio in presenza di “Pagine a colori”

Successo per lo spettacolo “Servizio favole”. Ricco il programma di questa 16esima edizione del festival della letteratura e delle arti visive per ragazzi

TARQUINIA – Con lo spettacolo “Servizio Favole”, nel teatro “Rossella Falk” a Tarquinia, si è aperta la XVI edizione di “Pagine a colori”, il festival della letteratura e delle arti visive per ragazzi che proseguirà fino al 28 novembre, per poi riprendere con una serie di appuntamenti nei primi mesi del 2022.

La compagnia teatrale torinese Tedacà ha portato in scena uno spettacolo tratto dalle favole di Gianni Rodari e incentrato su una visione positiva dell’errore, nel quale l’interazione tra il palco e i bambini riveste un ruolo fondamentale.

Tarquinia, teatro Rossella Falk gremito per l’esordio in presenza di “Pagine a colori”Il ritorno in presenza di “Pagine a colori” è avvenuto nel migliore dei modi, con il teatro “Rossella Falk” affollato di famiglie e bambini in ogni ordine di posto. Prima dello spettacolo, la presentazione della XVI edizione del festival con gli assessori comunali Martina Tosoni e Betsi Zacchei, il consigliere regionale Silvia Blasi, la direttrice artistica del festival Roberta Angeletti e il responsabile della biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” Luca Gufi.

“Siamo felici di riaprire il teatro alle famiglie e ai bambini – ha affermato l’assessore alla cultura Tosoni –. Abbiamo deciso che questa edizione dovesse avere qualcosa in più come energie e risorse economiche. Abbiamo avviato quindi la collaborazione con la Regione Lazio e coinvolto altre realtà associative, come per esempio il Centro di aggregazione giovanile di Tarquinia”.

“Torniamo finalmente in presenza, con un programma ricco – ha dichiarato la direttrice artistica Angeletti -. Le opportunità che cerchiamo di dare con il festival, sono sia per i bambini sia per gli adulti. Non è solo intrattenimento ma, soprattutto, un percorso di crescita umana e culturale. “Pagine a colori” ha 16 anni. È entrato nell’adolescenza e, in questa fase della vita, si commettono tanti errori.

Spesso necessari, perché l’errore ha un valore costruttivo da cui ripartire. E su questa visione positiva dell’errore si dipana il filo rosso che lega le iniziative di questa edizione. Ringrazio il Comune di Tarquinia, la Regione, l’associazione Dandelion, la Fondazione Cariciv, l’IISS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, la Società Tarquiniense d’Arte e Storia, il Centro di Aggregazione Giovanile e l’associazione Tra i Rami dell’Arte, per il loro sostegno.

Un grazie particolare lo rivolgo all’UniCoop Tirreno – Sezione Soci Etruria che, da molti anni, ci affianca in questo percorso con la condivisione degli obiettivi educativi del festival. In questa edizione proporrà “Eroine ed Eroi in corso”, un’iniziativa formativa rivolta a docenti e ragazzi con la psicoterapeuta Tiziana Luciani sul tema della crescita e dell’accettazione del sé”.

“Ho voluto che la Regione Lazio iniziasse a sostenere questa rassegna di pregio. – ha sottolineato il consigliere regionale Blasi -. Penso che il festival sia uno spazio protetto per i bambini. Mi impegnerò perché la manifestazione possa essere inserito in modo permanente nel programma di eventi della Regione Lazio”.

Il festival “Pagine a colori” è organizzato con il sostegno della Regione Lazio, del Comune di Tarquinia (assessorato alla Cultura e biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli”), della Fondazione Cariciv e dell’UniCoop Tirreno – Sezione Soci Etruria, in collaborazione con l’associazione Dandelion, l’IISS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, il Centro di aggregazione giovanile di Tarquinia, la società tarquiniense d’arte e storia e l’associazione Tra i Rami dell’Arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *