Monterosi Tuscia, il nuovo allenatore è Leonardo Menichini, lo storico secondo di Carlo Mazzone

MONTEROSI – Tutti ricordano la folle corsa di Carletto Mazzone, allora allenatore del Brescia, sotto la curva dei tifosi dell’Atalanta. Bene, se si guardano bene le immagini alle sue spalle c’è il suo secondo storico di quegli anni, Leonardo Menichini, che cerca di fermarlo. Da poche ore il tecnico originario di Ponsacco che dal 1991 al 2003 è stato il vice dell’allenatore trasteverino è il nuovo tecnico del Monterosi Tuscia. La società ha deciso di affidargli la squadra dopo l’esonero, ufficializzato martedì 9 novembre, di David D’Antoni.

“Monterosi Tuscia dà il benvenuto a mister Leonardo Menichini quale responsabile tecnico della Prima Squadra. Il mister sarà a disposizione già da oggi e guiderà il primo allenamento assistito dal prof. Massimo Stalteri in qualità di preparatore atletico. Completano il gruppo di lavoro il professor Marco Antinori e l’allenatore dei portieri Fabio Morelli, questi ultimi già in organico da inizio stagione”, si legge nel comunicato diramato dal Club nella mattinata di mercoledì 10 novembre.

Leonardo Menichini è stato vice di Carlo Mazzone dal 1991 al 2003 (Cagliari, Roma, Napoli, Bologna, Perugia e Brescia) e, nella massima serie, è stato allenatore dell’Ancona nel 2003 per poche giornate. Poi tante panchine tra la serie B e, soprattutto, la C: Torres, Lumezzane, Crotone, Grosseto, Pisa, Salernitana, Reggiana, Lucchese. L’ultima esperienza è alla guida della Lazio Primavera. Pur arrivando in finale di Coppa Italia persa contro i pari età della Fiorentina, la squadra di Menichini si ritrova in piena lotta per non retrocedere, con il tecnico toscano che verrà esonerato nel finale di stagione. Da giocatore, tra il 1972 e il 1987, ha disputato in carriera 9 campionati di Serie A con le maglie di Roma, Catanzaro e Ascoli, totalizzando 202 presenze e 31 in Serie B con Verona e Novara (29 al Novara e 2 al Verona). Ha conquistato la promozione in Serie A col Verona nella stagione 1974-1975, seppur con due sole presenze all’attivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *