Acquapendente – Messa pontificale con i Cavalieri dell’ordine equestre del Santo Sepolcro

Onorata l’Immacolata Concezione e nominati nuove dame e cavalieri

ACQUAPENDENTE – Si è svolta mercoledì 8 dicembre, nella Concattedrale del Santo Sepolcro , l’annuale Solenne Pontificale in onore di Maria S.S. Immacolata Concezione. La solenne festa trova origine nel dogma che Papa Pio IX proclamò l’8 dicembre 1854 con la bolla “Ineffabilis Deus”.
A Pio IX si deve la fine delle resistenze per il riconoscimento ufficiale che la Vergine Maria di Nazareth è stata concepita pura senza peccato originale sin dal grembo di S. Anna.
Seppur la festa trova origini più antiche, Roma ha dovuto attendere secoli prima di spiegare a se stessa come Maria sia potuta nascere senza peccato originale. Sarà il frate francescano Giovanni Duns Scoto, nel 1307, a supportare la tesi della “Redenzione preventiva” attraverso la potenza della mediazione di Gesù che avrebbe escluso e preservato Maria da ogni colpa che ha scaturito il peccato originale comune a tutti i nati.
E una delle principali prove, determinanti per le successive decisioni di Pio IX, frate Giovanni la recupera proprio dal Vangelo: «Entrando da lei, “l’Angelo” disse: “Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te”» (Luca 1:28).
Dal canto Suo, Maria, nelle apparizioni di Rue de Bac, a Parigi, e a Lourdes, si presenterà alla veggente come “l’Immacolata Concezione”, confermando il dogma stesso.
Ecco quindi che ancora una volta l’Ordine Equestre del S. Sepolcro di Gerusalemme ritrova sul proprio cammino quegli stessi frati francescani che sono riusciti a restare, tra mille difficoltà, da oltre 800 anni, in Terra Santa offrendo la loro opera per salvaguardare e conservare i luoghi che hanno visto la presenza di Gesù e la continuazione della religione cristiana. Va proprio a quei luoghi e a quelle Istituzioni il contributo che gli oltre 33mila cavalieri e dame devolvono annualmente, secondo il loro statuto, all’Ordine Equestre. Ecco così che la Concattedrale del Santo Sepolcro, grazie al parroco don Enrico Castauro, al coro, ai tanti parrocchiani presenti e ai moltissimi cavalieri e dame della delegazione di Viterbo dell’Ordine, ciascuno per la propria parte e con impeccabile sinergia, ha accolto con la veste più bella e luminosa la luogotenente per l’Italia Centrale, S.E. dama di Commenda con placca Anna Maria Munzi Iacoboni e il preside della sezione Lazio, cavaliere di Gran Croce Pierino Mitrotti. Erano inoltre presenti alla cerimonia i sindaci di Acquapendente, di Onano e di Proceno – cui è Parroco don Castauro – il questore di Viterbo, dott. Giancarlo Sant’Elia, il comandante provinciale dei carabinieri, Col. Andrea Antonazzo, il comandante provinciale della Guardia di finanza rappresentato dal maggiore Rosario Masdea, il comandante la Compagnia C.C. di Montefiascone, capitano Antonino Zangla e il comandante della Polizia locale di Acquapendente, Espedito Brasile.
Subito dopo la S. Messa, l’officiante, S.E. reverendissima grande ufficiale Mons. Lino Fumagalli (nella foto sopra), ha ricevuto lettura del decreto di nomina a Gran Priore della luogotenenza per l’Italia centrale, firmato da sua eminenza il cardinale Fernando Filoni, gran maestro dell’Ordine. Nomina decorrente dallo stesso giorno 8 dicembre.
Monsignor Lino Fumagalli è membro dell’Ordine con il grado di Grande Ufficiale da oltre quattro decenni. Il Gran Priore, pur in presenza di tale prestigioso ed impegnativo incarico, continuerà a mantenere anche quello di Priore della delegazione di Viterbo cui è legato da profondi sentimenti di affetto oltre che da importanti risultati raggiunti.
L’8 dicembre per la delegazione di Viterbo, oggi retta dal Grande Ufficiale Antonio Cianchi, rappresenta anche la tappa conclusiva del calendario annuale delle attività istituzionali, oltre che un evento spirituale fortemente atteso e sentito visto che la delegazione è stata posta sotto la protezione della stessa Vergine Santissima.
Durante la cerimonia, come di consueto, sono stati consegnati gli attestati di nomina ai nove neo cavalieri e dame entrati nell’Ordine lo scorso mese di ottobre con cerimonia di Investitura tenutasi a Rieti il 22 e 23 ottobre u.s.. Contestualmente sono stati consegnati i diplomi ai sei promossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *