Compro oro, tre arresti per frode fiscale. Misura cautelare anche a Viterbo

COMO – Tre arresti per frodi fiscali e sequestri per oltre 383mila euro nel settore del compro oro. Brillante operazione degli uomini della compagnia di Olgiate Comasco della Guardia di Finanza.

E’ l’esito di una prolungata attività investigativa, svolta sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Como. Gli uomini delle fiamme gialle hanno infatti eseguito, nelle provincie di ComoNovaraMilano e Viterbo, una misura cautelare personale in carcere, emessa dal gip del Tribunale lariano, nei confronti di tre cittadini italiani procedendo altresì al sequestro di beni e valori.

Le indagini sono iniziate all’esito delle quotidiane operazioni di monitoraggio svolte dalla compagnia olgiatese nei confronti degli esercenti compro oro e hanno svelato l’esistenza di un collaudato sistema di frode fiscale, basato sullo sfruttamento di diverse società cooperative, ritenute inesistenti e del tutto prive di consistenza patrimoniale, che hanno risposto all’unico scopo di emettere fatture false nei confronti di un’impresa, operante nel settore dei metalli preziosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.