Montalto di Castro – Con quella ufficializzata oggi da Luca Benni salgono a quattro i candidati sindaco

Farà compagnia alla candidata Emanuela Socciarelli sostenuta da Fratelli d’Italia e M5S (fuse in una lista civica) oltre ai due di sinistra Angelo Brizi e Gianni Petronio

MONTALTO DI CASTRO – Questa mattina il vicesindaco Luca Benni, sul suo profilo Facebook, ha ufficializzato la sua candidatura a primo cittadino.

Sarà appoggiato da parte del Partito Democratico vicino all’ex ministro Giuseppe Fioroni e da Forza Italia.

Quella di Luca Benni è la quarta candidatura ufficiale annunciata ad oggi.

Ieri lo aveva fatto la consigliera uscente di una lista civica della quale fanno parte Fratelli d’Italia, ex pentastellati e qualche anima di sinistra, Emanuela Socciarelli:

“Abbiamo scelto questo giorno per ufficializzare la candidatura di Emanuela Socciarelli per il grande valore che rappresenta l’otto marzo. Fatti concreti e non vuote parole”. Idee in Comune di Montalto di Castro ufficializza la candidatura a sindaco di Emanuela Socciarelli.

“Questa decisione – spiegano – è il naturale compimento di un percorso che ha portato alla creazione di un progetto civico vincente che vede Emanuela come nostra valida e convinta rappresentante. Montalto e Pescia sono comunità sane, con valori ed energie che devono essere messe al centro dell’attività amministrativa – afferma Emanuela Socciarelli – e vogliamo mettere la politica al servizio delle persone per creare una realtà attenta ai bisogni economici e sociali che la crisi pandemica e la guerra purtroppo ci metteranno di fronte”.

Oltre che a Fratelli d’Italia la candidata sindaco Socciarelli sarà appoggiata dal Movimento 5 Stelle o almeno da quello che ne rimane. Un bel connubio.

Angelo Brizi è sostenuto da qualche scoria del Partito Democratico ridotto ormai ad un movimento politico con percentuali da prefisso telefonico grazie soprattutto alla grave rinuncia di un “fenomeno” delle preferenze come Quinto Mazzoni.

Gianni Petronio è stato il primo a muoversi. Con lui le anime civiche ci centrosinistra che non si riconoscono nei partiti tradizionali, quelli che sostengono Brizi ovviamente.

Attenzione però, per tutti e quattro, potrebbe esserci una sorpresa raggelante.

Infatti, qualche giorno fa, un’imponente riunione privata ha deciso di porre in essere una sorta di “rivoluzione” politica proponendo un uomo nuovo, lontano dalle dinamiche politiche e dai soliti noti che girano tra Montalto e Pescia in cerca di un’occupazione alternativa al lavoro vero.

A ore, quindi, uscirà il quinto nome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.