Roma, Appartamento di Poste Italiane per le donne vittime di violenza e disagio economico

Firmato il contratto di locazione in comodato gratuito e consegnate le chiavi
dell’alloggio alla Presidente dell’Associazione Differenza Donna

ROMA– Continua l’attenzione di Poste Italiane a Roma per i valori di inclusione sociale e l’attenzione per le donne vittime di violenza con il progetto “Autonomia abitativa donne vittime di violenza” nell’ambito dei progetti di sostenibilità.
Si è svolta oggi, nella sede Centrale di Poste Italiane all’Eur, alla presenza della Presidente di Differenza Donna APS, Elisa Ercoli, del Responsabile Patrimonio Residenziale di Poste Italiane Robero Spaziani e alcuni dirigenti aziendali, una piccola cerimonia con la sottoscrizione del contratto di locazione e la consegna ufficiale delle chiavi di un alloggio appartenente al patrimonio immobiliare di Poste Italiane da destinare in comodato d’uso gratuito alle Donne che si trovano in condizione di particolare disagio economico.
Quello di Roma è uno dei dieci alloggi appartenenti al patrimonio immobiliare di Poste Italiane, da destinare attraverso il comodato d’uso gratuito alle donne, spesso con figli minori, che si trovano in condizione di particolare disagio economico. L’obiettivo è quello di supportarle e accompagnarle nel percorso di reinserimento sociale insieme alle operatrici dei centri antiviolenza di “Differenza Donna”.
Il Lazio è una delle nove regioni coinvolte nel progetto, nel quale ha svolto un ruolo chiave la partnership con l’associazione “Differenza Donna” e con il Centro Anti Violenza “Donatella Colasanti e Rosaria Lopez” gestito dall’Associazione.
L’appartamento di Roma dispone di 4/5 posti letto, a seconda della presenza o meno di figli, i percorsi che si attiveranno durante i cinque anni di comodato d’uso sono stimabili in 20/25, per un totale di 200 percorsi in tutta Italia per la durata dell’intero progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.