Tarquinia dice no ai sacchi neri per i rifiuti indifferenziati

TARQUINIA – Nuove disposizioni per la raccolta differenziata a Tarquinia. L’amministrazione comunale ha infatti disposto mediante apposita ordinanza il divieto di utilizzo di sacchi neri per il conferimento dei rifiuti indifferenziati.

L’amministrazione Giulivi, spiega infatti l’ordinanza n 24 del 1 giugno, “intende adottare ulteriori misure volte ad introdurre progressivamente il divieto generale di utilizzo e vendita di plastica monouso non biodegradabile e non compostabile, tra cui i sacchi neri o non trasparenti per il deposito dei rifiuti di qualsiasi natura da parte dell’utenza al fine di migliorare, sia qualitativamente che quantitativamente, la raccolta differenziata nel territorio comunale”.

“I sacchi in plastica neri, o comunque non trasparenti – spiega l’ordinanza – non rispondono ai dettati della vigente normativa e delle norme tecniche nazionali ed europee, in quanto non biodegradabili né, tanto meno compostabili; i sacchi in plastica neri, o comunque non trasparenti, utilizzati per il conferimento dei rifiuti costituiscono imballaggi in plastica monouso a perdere, il cui utilizzo risulta assolutamente incoerente con gli obiettivi di tutela dell’ambiente e risparmio delle risorse naturali; se utilizzati, impediscono la corretta gestione e la conseguente valorizzazione del rifiuto differenziato al loro interno contenuto, poiché, in particolare, impediscono la verifica del corretto conferimento dei rifiuti; non permettono ai rifiuti in essi conferiti di essere raccolti, in quanto l’utilizzo di sacchi di plastica non biodegradabile comporta gravi anomalie e disfunzioni agli impianti di trattamento dei rifiuti, con declassamento della qualità delle frazioni conferite e conseguente riduzione dei corrispettivi riconosciuti all’ente da parte dei Consorzi di Filiera”.

Alla luce di tali considerazione l’amministrazione comunale di Tarquinia ordina a tutte le utenze, sia commerciali che domestiche che “è fatto divieto assoluto di depositare e esporre qualsiasi tipo di rifiuto in sacchi neri o comunque non trasparenti, tali da impedire la verifica del corretto conferimento dei rifiuti; è fatto divieto assoluto di utilizzo di sacchi e/o sacchetti diversi da quelli biodegradabili compostabili, per il conferimento della frazione organica Forsu (umido); è fatto divieto assoluto di introdurre nel sacco contenente il rifiuto indifferenziato frazioni di rifiuto per le quali è già attivo il circuito di raccolta differenziata; è fatto divieto di introdurre in buste di plastica la carta ed il cartone e i contenitori in vetro, che dovranno essere conferiti sfusi nell’apposito spazio di raccolta».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.