Viterbo, l’Agricoltura sociale nella Tuscia: il progetto Innesta

Formazione per 25 giovani con disagi psichici

VITERBO – Organizzato dall’Università della Tuscia, si terrà Mercoledì 20 luglio, dalle 10 alle 13, allo Spazio Attivo Lazio Innova in Valle Faul, l’evento di presentazione al territorio del progetto INNESTA, acronimo di “Innovazione economica, sviluppo territoriale, agricoltura sociale”.
Il progetto è stato finanziato dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Lazio sul bando per la costituzione di “Reti per lo sviluppo dell’agricoltura sociale”.
La compagine progettuale è guidata dalla cooperativa ALICENOVA capofila di un’ATS che vede il coinvolgimento di altri 16 soggetti pubblici e privati della Tuscia, tra cui l’Ateneo viterbese responsabile della disseminazione.
Il progetto si propone di formare 25 giovani e meno giovani, prevalentemente con disagi psichici e individuati in collaborazione con le strutture sanitarie competenti. Il fine è quello di potenziare l’occupabilità dei beneficiari del progetto nel settore agricolo, ma anche al di fuori del settore grazie alla palestra di autonomia che questo intervento sta rappresentando per loro.
Dopo i saluti di apertura di Chiara Frontini, sindaca di Viterbo, e di Alvaro Marucci, Pro-Rettore vicario dell’Università della Tuscia, Alessandra Troncarelli, assessora alle Politiche Sociali della Regione Lazio aprirà gli interventi programmati tra i quali la proiezione in anteprima di alcune riprese video che andranno a realizzare un documentario che sarà completato al termine del progetto stesso.
L’incontro si propone anche di animare una riflessione più ampia sul ruolo e sulle prospettive delle azioni di agricoltura sociale che vedono il territorio della Tuscia essere diventato un punto di riferimento nazionale per molte altre esperienze e realtà italiane e straniere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *